Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» ROMA IN 9 TAPPE
Mar 24 Ott 2017 - 10:16 Da ninnetta

» LU ME' SICILIANU
Ven 20 Ott 2017 - 10:37 Da Flavia Vizzari

» Antologia poetica letteraria a cura di Giuseppe La Delfa In omaggio a L. Pirandello
Mer 11 Ott 2017 - 16:42 Da Flavia Vizzari

» Gualtiero G. Canu
Mer 11 Ott 2017 - 16:41 Da Flavia Vizzari

» LE POESIE DI DON RAFFAELE APRILE
Sab 30 Set 2017 - 16:54 Da Giuseppe La Delfa

» Antologia poetica letteraria a cura di Giuseppe La Delfa In omaggio a L. Pirandello
Dom 24 Set 2017 - 20:44 Da Giuseppe La Delfa

» NUOVI SUCCESSI DI PIPPO
Dom 24 Set 2017 - 20:28 Da Giuseppe La Delfa

» Premio Buttitta di Favara
Ven 1 Set 2017 - 9:45 Da Flavia Vizzari

» Poeti veri e poeti falsi
Dom 30 Lug 2017 - 20:31 Da Flavia Vizzari

» Un artista inizia ad essere tale ...
Dom 30 Lug 2017 - 20:22 Da Flavia Vizzari

» Premio Carrà-Tricali a Lentini (Sr)
Gio 20 Lug 2017 - 18:00 Da Giuseppe La Delfa

» Premio Renato Guttuso 2017
Gio 20 Lug 2017 - 17:54 Da Giuseppe La Delfa

» PREMIO NAZIONALE DI POESIA ASAS
Gio 25 Mag 2017 - 1:08 Da Flavia Vizzari

» INNO DELL'A.S.A.S.
Gio 25 Mag 2017 - 0:52 Da Flavia Vizzari

» ARTEINCENTRO "messinaweb.eu"
Mar 16 Mag 2017 - 15:49 Da Flavia Vizzari

» Premio di Poesia, Narrativa e Teatro “Memorial Giovanni Leone” – I valori della famiglia - 1^ Edizione
Gio 11 Mag 2017 - 17:35 Da carmy77

» Poesia e recensione per Giovanni Fontana di Castellammare del Golfo
Sab 22 Apr 2017 - 20:16 Da Giuseppe La Delfa

» IL MAGGIO DEI LIBRI dell'ASAS 2017
Sab 22 Apr 2017 - 8:24 Da Flavia Vizzari

» LUIGI TERRANOVA
Sab 22 Apr 2017 - 8:19 Da Flavia Vizzari

» RENATO DI PANE: BIOGRAFIA E NOTIZIE
Lun 3 Apr 2017 - 11:56 Da Flavia Vizzari

» Premio Letterario Nazionale “L’ANFORA DI CALLIOPE”
Lun 3 Apr 2017 - 9:14 Da Flavia Vizzari

» Tempo
Lun 3 Apr 2017 - 9:11 Da Flavia Vizzari

» Premio RENATO GUTTUSO
Mer 29 Mar 2017 - 16:49 Da Flavia Vizzari

» Benvenuto Pino
Mer 29 Mar 2017 - 16:47 Da Flavia Vizzari

» GRAMMATICA SISTEMATICA di Arturo Messina - Sr
Mer 29 Mar 2017 - 9:22 Da Giuseppe La Delfa

» recensione avuta nel 2008 e dimenticata
Mer 29 Mar 2017 - 9:10 Da Giuseppe La Delfa

» Mons. Giovanni Accolla, ordinazione episcopale
Dom 26 Feb 2017 - 22:43 Da Giuseppe La Delfa

» Il potere salvifico della poesia di Giovanni Albano 
Mer 11 Gen 2017 - 1:47 Da Flavia Vizzari

» Presentazione Silloge di S. Gaglio (IV Premio Asas 2016)
Sab 7 Gen 2017 - 18:54 Da Flavia Vizzari

» PREMIO POESIA A.S.A.S.
Sab 7 Gen 2017 - 18:53 Da Flavia Vizzari

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Novembre 2017
LunMarMerGioVenSabDom
  12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930   

Calendario Calendario

Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  

Conserva e condivide l’indirizzo di Il Forum della Lingua siciliana sul tuo sito sociale bookmarking

Conserva e condividi l'indirizzo di FORUM - SEMINARIO di ARTE e POESIA - LINGUA SICILIANA sul tuo sito sociale bookmarking

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 



Giuseppe Garibaldi e i mille: dalla realtà al mito

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Giuseppe Garibaldi e i mille: dalla realtà al mito

Messaggio  Flavia Vizzari il Lun 18 Ott 2010 - 6:43


Livorno.

Apre a Livorno dal 9 ottobre al 12 dicembre 2010, ai Granai di Villa Mimbelli (via San Jacopo in Acquaviva) la mostra "Giuseppe Garibaldi e i Mille. Dalla realtà al mito" promossa dal Comune di Livorno e dalla Fondazione Cassa di Risparmi. Curata da Aurora Scotti (docente di storia della letteratura e storia dell'arte - Politecnico di Milano) e Marco Di Giovanni (docente di storia contemporanea- Università di Torino), la mostra è uno dei più significativi appuntamenti dell'Anno Garibaldino, il calendario di eventi che il Comune di Livorno ha promosso quest'anno per celebrare i 150 anni della Spedizione dei Mille a cui presero parte tanti livornesi. Attraverso un vasto repertorio (oltre 250 pezzi) tra dipinti, sculture, cimeli ma anche documenti storici originali ed autografi, frutto di ricerche nell'immenso universo garibaldino, la mostra offrirà la possibilità di intraprende un viaggio nell'epopea risorgimentale e di conoscere quel garibaldinismo che a Livorno fu vissuto come fenomeno di massa, connesso allo spirito libero e cosmopolita della città. Divisa in quattro sezioni, la mostra "Giuseppe Garibaldi e i Mille: dalla realtà al mito" è costruita secondo un percorso cronologico e tematico che offre al pubblico la rappresentazione dell'Eroe dei due mondi attraverso una iconografia d'autore di alto livello ma anche di quella più popolare, a testimonianza della forte presenza di Garibaldi nell'immaginario collettivo. A confronto, dunque, i molti volti degli infiniti ritratti di Garibaldi realizzati nelle diverse epoche. Nell'800 con la pittura realista rappresentata dai dipinti di Giovanni Fattori, di Gerolamo Induno ( "Un grande sacrificio") e dalla scultura di Adriano Cecioni ("Garibaldi", gesso colorato), fino all'interpretazione celebrativa di Vittorio Corcos che nel suo "Ritratto di Giuseppe Garibaldi" datato 1882, anticipa la stagione dei grandi monumenti dell'eroe su molte delle piazze italiane , Livorno compresa. E poi il simbolismo del ‘900 : in rassegna un'opera di importanza capitale per la mitologia del risorgimento, il "Garibaldi" di Plinio Nomellini del 1906 di proprietà del Museo Fattori. L'opera, che godette di grande fama fin dalla sua prima esposizione alla biennale di Venezia del 1907, è un'evocazione dell'epopea garibaldina e la trasposizione in chiave di mito della figura del Generale. Ancora ‘900 con il grande Guttuso che in pieno neorealismo ha fatto di Garibaldi l'eroe dei suoi quadri più belli. Di Renato Guttuso sarà in mostra uno studio d'insieme dell'opera monumentale La Battaglia di ponte dell'Ammiraglio realizzata nel 1951, gentilmente concesso dal Gruppo Parlamentare PD della Camera dei Deputati.

Nel percorso anche un interessante florilegio di opere di autori contemporanei prestate dalla collezione della Pinacoteca del Consiglio Regionale della Toscana. Tra queste figurano opere di Ugo Nespolo, Angiolo Volpe e Silvano Campeggi; opere moderne dai titoli curiosi "Nato con la camicia" (Paolo della Bella) e "Mille paesaggi Mille" (Luciano Pasquini) che , interpretando in modo originale il mito garibaldino, introducono il visitatore in un percorso dove la storia e il mito spesso coincidono. Chiude la mostra un'opera di Piero Mega dal titolo chiaramente simbolico "I mille papaveri rossi" che secondo la curatrice Aurora Scotti, proprio per il tema della storia d'Italia vista coll'occhio del presente "sembra fatta apposta per chiudere la rassegna , una sorta di richiamo verso la riscoperta di valori forse troppo a lungo trascurati" .

Ma l'immagine del Generale - come detto- divenuta simbolo assoluto e universale di tutte le battaglie per la libertà, diventa icona anche nelle rappresentazioni artistiche più popolari e meno conosciute. Ecco allora in mostra una serie di ritratti di autori ignoti: circa dieci dipinti che raffigurano l'eroe in varie pose, a mezzo busto, a cavallo, in piedi.

L'icona di Garibaldi, soprattutto in seguito all'Unità d'Italia, circola ovunque e ad ogni livello, transitando attraverso i mezzi più disparati; dalla pittura alla fotografia, dalla scultura all'illustrazione evocata in una infinita quantità di oggetti che anticipano l'irruzione moderna del gadget. L'esposizione livornese ne è ricchissima: orologi "Garibaldi Memorial", tele ricamate e foulard con al centro l'immagine del condottiero, tabacchiere, spille e ciondoli in oro smaltati, suppellettili domestiche come porcellane e perfino una sedia in faggio recante sullo schienale un tondo con il ritratto di Garibaldi, cortesemente concesse in prestito da importanti collezioni quali la Fondazione Spadolini di Firenze e la Collezione Tronca di Brescia. E poi manifesti, proclami, stampe litografiche , un gruppo di ritratti fotografici ad albumina di Garibaldi eseguiti fra il 1860 e il 1870, telegrammi, dispacci , bollettini e diplomi massonici.

Fra le tante curiosità in mostra, il testo della "Garibaldina" inno di guerra dei volontari italiani commentata dallo stesso Garibaldi e la raccolta "Poemi del Risorgimento: inno a Roma, inno a Torino" di Giovanni Pascoli con illustrazioni di Plinio Nomellini.

Caricature e vignette satiriche che accompagnano la "delusione" garibaldina non potevano mancare in una mostra allestita a Livorno dove la satira ha tradizioni antiche. Tratte da periodici livornesi dell'epoca quali il "Bersagliere" o "lo Scoglio" saranno esposte curiose e divertenti vignette allegoriche come "Viva il Rosso, Viva il Rosso!" con Garibaldi che corre verso Roma scavalcando la diplomazia.

Una sezione della mostra è poi interamente dedicata alla Spedizione dei Mille attraverso immagini ed oggetti che sottolineano l'importanza dell'impresa nel faticoso traguardo verso l'Unità. Accanto a camicie rosse ( sono state restaurate per l'occasione cinque camicie rosse e copricapo indossati da garibaldini livornesi) e medaglie celebrative, alla spada ed al poncio indossati dal Generale spiccano i dipinti di Giovanni Fattori ("Episodio della Battaglia del Volturno" 1899-1890) di Vincenzo Cabianca ("L'addio del volontario", 1858) di Gerolamo Induno ( "Un grande sacrificio", 1860) e di Cesare Bartolena ( "I volontari livornesi", 1872) .

Sono state inoltre riprodotti in grande formato i volti dei garibaldini livornesi partiti con il primo contingente il 5 maggio del 1860. Complessivamente 28 giovani garibaldini livornesi presenti al momento del primo sbarco in Sicilia a Marsala.

La mostra è divisa in quattro sezioni:

A -Un mito precoce: da Montevideo alla "Primavera dei popoli"

B -L'immagine del condottiero

C- La spedizione dei Mille: immagini, emozioni, oggetti

D- Rivisitazioni di Garibaldi nella pittura contemporanea

Hanno cortesemente concesso in prestito alcuni pezzi importanti delle proprie collezioni la Fondazione Spadolini di Firenze, la Collezione Tronca di Brescia e la famiglia Sgarallino di Livorno, discendente dei due fratelli Jacopo e Andrea, luogotenenti di Garibaldi che lo hanno affiancato in tante campagne militari.

Tra i Musei che con i loro prestiti hanno contribuito alla realizzazione della mostra ricordiamo la Galleria d'Arte Moderna di Palazzo Pitti, la Galleria Nazionale d'Arte Moderna e Contemporanea di Roma, il Museo del Risorgimento di Torino, la Pinacoteca di Brera, il Museo di Capodimonte di Napoli, l'Accademia Ligustica, la Fondazione Novaro e la Camera di Commercio di Genova, i Musei Civici di Treviso, il Museo Civico di Casale Monferrato, la Fondazione Cariplo di Milano, il Museo del Paesaggio di Verbania-Pallanza.

INFO:

Giuseppe Garibaldi e i Mille: dalla realtà al mito

Granai di Villa Mimbelli (Museo Giovanni Fattori - via San Jacopo in Acquaviva)

Dal 9 ottobre al 12 dicembre 2010



Apertura al pubblico dal 10 ottobre

Inaugurazione: sabato 9 ottobre - ore 17.00

Orario: 9.00/13.00 e 16.00/19.00 (chiuso il lunedì)

Ingresso: 4€ - ridotto 2.50€ - scuole di Livorno ingresso gratuito

La sede espositiva del piano terra - ingresso gratuito per tutti

Catalogo : a cura del Comune di Livorno e Fondazione Cassa di Risparmi di Livorno. Stampato da Benvenuti e Cavaciocchi- Livorno


http://www.artimes.it/index.php?page=default&id=389&lang=it
avatar
Flavia Vizzari
Spicialista
Spicialista


http://blog.libero.it/Artevizzari/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Giuseppe Garibaldi e i mille: dalla realtà al mito

Messaggio  Ospite il Lun 18 Ott 2010 - 22:27

Mi da l'impressione che la propaganda "risorgimentale" dell'unità d'Italia e degli "eroi" continua a imperversare falsando la storia della Sicilia...
Forse dovremmo organizzare in Sicilia un convegno sulla vera storia di Garibaldi e la sua "conquista" dell'isola... Per sfatare tanti miti costruiti sugli interessi dei Savoia... e i successivi interessi politici ed economici del nord del''Italia fino ai nostri giorni...

Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Giuseppe Garibaldi e i mille: dalla realtà al mito

Messaggio  Flavia Vizzari il Lun 18 Ott 2010 - 23:56

cheers ... deve partecipare pure Giò però :-) ok :-) sono daccordo
avatar
Flavia Vizzari
Spicialista
Spicialista


http://blog.libero.it/Artevizzari/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Giuseppe Garibaldi e i mille: dalla realtà al mito

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum