Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» LE POESIE DI DON RAFFAELE APRILE
Mar 22 Ago 2017 - 15:33 Da Giuseppe La Delfa

» Poeti veri e poeti falsi
Dom 30 Lug 2017 - 20:31 Da Flavia Vizzari

» Un artista inizia ad essere tale ...
Dom 30 Lug 2017 - 20:22 Da Flavia Vizzari

» Premio Carrà-Tricali a Lentini (Sr)
Gio 20 Lug 2017 - 18:00 Da Giuseppe La Delfa

» Premio Renato Guttuso 2017
Gio 20 Lug 2017 - 17:54 Da Giuseppe La Delfa

» Antologia poetica letteraria a cura di Giuseppe La Delfa In omaggio a L. Pirandello
Gio 20 Lug 2017 - 17:51 Da Giuseppe La Delfa

» NUOVI SUCCESSI DI PIPPO
Gio 20 Lug 2017 - 17:38 Da Giuseppe La Delfa

» LU ME' SICILIANU
Dom 4 Giu 2017 - 21:47 Da Flavia Vizzari

» PREMIO NAZIONALE DI POESIA ASAS
Gio 25 Mag 2017 - 1:08 Da Flavia Vizzari

» INNO DELL'A.S.A.S.
Gio 25 Mag 2017 - 0:52 Da Flavia Vizzari

» ARTEINCENTRO "messinaweb.eu"
Mar 16 Mag 2017 - 15:49 Da Flavia Vizzari

» Premio di Poesia, Narrativa e Teatro “Memorial Giovanni Leone” – I valori della famiglia - 1^ Edizione
Gio 11 Mag 2017 - 17:35 Da carmy77

» Poesia e recensione per Giovanni Fontana di Castellammare del Golfo
Sab 22 Apr 2017 - 20:16 Da Giuseppe La Delfa

» IL MAGGIO DEI LIBRI dell'ASAS 2017
Sab 22 Apr 2017 - 8:24 Da Flavia Vizzari

» LUIGI TERRANOVA
Sab 22 Apr 2017 - 8:19 Da Flavia Vizzari

» RENATO DI PANE: BIOGRAFIA E NOTIZIE
Lun 3 Apr 2017 - 11:56 Da Flavia Vizzari

» Premio Letterario Nazionale “L’ANFORA DI CALLIOPE”
Lun 3 Apr 2017 - 9:14 Da Flavia Vizzari

» Tempo
Lun 3 Apr 2017 - 9:11 Da Flavia Vizzari

» Premio RENATO GUTTUSO
Mer 29 Mar 2017 - 16:49 Da Flavia Vizzari

» Benvenuto Pino
Mer 29 Mar 2017 - 16:47 Da Flavia Vizzari

» GRAMMATICA SISTEMATICA di Arturo Messina - Sr
Mer 29 Mar 2017 - 9:22 Da Giuseppe La Delfa

» recensione avuta nel 2008 e dimenticata
Mer 29 Mar 2017 - 9:10 Da Giuseppe La Delfa

» Mons. Giovanni Accolla, ordinazione episcopale
Dom 26 Feb 2017 - 22:43 Da Giuseppe La Delfa

» Il potere salvifico della poesia di Giovanni Albano 
Mer 11 Gen 2017 - 1:47 Da Flavia Vizzari

» Presentazione Silloge di S. Gaglio (IV Premio Asas 2016)
Sab 7 Gen 2017 - 18:54 Da Flavia Vizzari

» PREMIO POESIA A.S.A.S.
Sab 7 Gen 2017 - 18:53 Da Flavia Vizzari

» Arte & Parole
Sab 3 Dic 2016 - 12:38 Da ninnetta

» Concorso di Poesie, Filastrocche, Racconti e Fiabe “Libera la fantasia” – IV^ Edizione
Gio 1 Dic 2016 - 11:17 Da carmy77

» Bianco & Nero
Dom 27 Nov 2016 - 1:51 Da Flavia Vizzari

» Premio Buttitta a Pippo La Delfa
Sab 26 Nov 2016 - 8:20 Da Giuseppe La Delfa

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Agosto 2017
LunMarMerGioVenSabDom
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031   

Calendario Calendario

Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  

Conserva e condivide l’indirizzo di Il Forum della Lingua siciliana sul tuo sito sociale bookmarking

Conserva e condividi l'indirizzo di FORUM - SEMINARIO di ARTE e POESIA - LINGUA SICILIANA sul tuo sito sociale bookmarking

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 



Raduno Poetico-Artistico 2010 e Conv. Lingua Siciliana (ME)

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Raduno Poetico-Artistico 2010 e Conv. Lingua Siciliana (ME)

Messaggio  Admin il Mer 2 Giu 2010 - 16:18

questo sarà il salone per il pranzo e il Recital Poetico:



"... e chiovi" di Flavia VIZZARI - ediz. del Poggio * AGGIUNGI AL CARRELLO






Artista Flavia Vizzari


Presidente Asas e delegata Regione Sicilia Onlus Mecenate
......
Sito Personale : http://artevizzari.altervista.org

avatar
Admin
Spicialista
Spicialista


http://linguasiciliana.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Raduno Poetico-Artistico 2010 e Conv. Lingua Siciliana (ME)

Messaggio  Flavia Vizzari il Ven 4 Giu 2010 - 15:51

Raduno al Forte Ferraro, partenza ore 10,50 per il Santuario di Dinnammare, tornare a Pizzo Chiarino e giungere al Ritrovo Portella per le 13,30, visita del Centro Polifunzionale, ore 17,00 Area Daini al Puntal Ferraro e inizio Convegno




Sito Web : www.flaviavizzari.jimdo.com
avatar
Flavia Vizzari
Spicialista
Spicialista


http://blog.libero.it/Artevizzari/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Raduno Poetico-Artistico 2010 e Conv. Lingua Siciliana (ME)

Messaggio  Flavia Vizzari il Sab 5 Giu 2010 - 1:52



Sito Web : www.flaviavizzari.jimdo.com
avatar
Flavia Vizzari
Spicialista
Spicialista


http://blog.libero.it/Artevizzari/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Raduno Poetico-Artistico 2010 e Conv. Lingua Siciliana (ME)

Messaggio  Flavia Vizzari il Sab 5 Giu 2010 - 2:00



Sito Web : www.flaviavizzari.jimdo.com
avatar
Flavia Vizzari
Spicialista
Spicialista


http://blog.libero.it/Artevizzari/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Raduno Poetico-Artistico 2010 e Conv. Lingua Siciliana (ME)

Messaggio  Flavia Vizzari il Sab 5 Giu 2010 - 2:01



Sito Web : www.flaviavizzari.jimdo.com
avatar
Flavia Vizzari
Spicialista
Spicialista


http://blog.libero.it/Artevizzari/

Tornare in alto Andare in basso

Raduno Poetico-Artistico 2010 e Conv. Lingua Siciliana (ME)

Messaggio  Flavia Vizzari il Sab 5 Giu 2010 - 2:03








Per stampare il Bando, cliccare con il tasto destro del mouse su ciascuna delle tre immagini separatamente e poi su "Salva immagine con nome" e poi una volta salvate sul proprio Pc si potranno stampare ;o)


Ultima modifica di Flavia Vizzari il Ven 25 Mar 2011 - 12:12, modificato 4 volte
avatar
Flavia Vizzari
Spicialista
Spicialista


http://blog.libero.it/Artevizzari/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Raduno Poetico-Artistico 2010 e Conv. Lingua Siciliana (ME)

Messaggio  Flavia Vizzari il Mar 8 Giu 2010 - 17:29

Chi volesse rimanere sui Monti Peloritani per la notte, potrà prenotarsi, comunicandocelo, al Centro Vacanze del Ctg e gli forniremo le informazioni necessarie.








http://www.ctgme.it/pizzochiarino/



Ultima modifica di Flavia Vizzari il Gio 13 Gen 2011 - 9:19, modificato 1 volta
avatar
Flavia Vizzari
Spicialista
Spicialista


http://blog.libero.it/Artevizzari/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Raduno Poetico-Artistico 2010 e Conv. Lingua Siciliana (ME)

Messaggio  Flavia Vizzari il Dom 13 Giu 2010 - 8:14

Dal Sito Partecipiamo.it è possibile stampare direttamente il Bando


http://www.partecipiamo.it/primo_piano/seminario_virtuale_permanente_passeggiando_nei_peloritani.pdf


Grazie ;o))


Ultima modifica di Flavia Vizzari il Gio 13 Gen 2011 - 9:39, modificato 1 volta
avatar
Flavia Vizzari
Spicialista
Spicialista


http://blog.libero.it/Artevizzari/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Raduno Poetico-Artistico 2010 e Conv. Lingua Siciliana (ME)

Messaggio  Flavia Vizzari il Mar 15 Giu 2010 - 8:07

Riunione organizzativa per giovedì 17 Giugno ore 16,00-19,00 al Salone degli Specchi, anche per consegnare le adesioni ...


Ultima modifica di Flavia Vizzari il Gio 13 Gen 2011 - 9:45, modificato 1 volta
avatar
Flavia Vizzari
Spicialista
Spicialista


http://blog.libero.it/Artevizzari/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Raduno Poetico-Artistico 2010 e Conv. Lingua Siciliana (ME)

Messaggio  Flavia Vizzari il Sab 19 Giu 2010 - 0:00

Il bando adesso è nella sua versione definitiva ...

Flavia Vizzari ha scritto:






Per stampare il Bando, cliccare con il tasto destro del mouse su ciascuna delle tre immagini separatamente e poi su "Salva immagine con nome" e poi una volta salvate sul proprio Pc si potranno stampare ;o)


Ultima modifica di Flavia Vizzari il Gio 13 Gen 2011 - 9:46, modificato 1 volta
avatar
Flavia Vizzari
Spicialista
Spicialista


http://blog.libero.it/Artevizzari/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Raduno Poetico-Artistico 2010 e Conv. Lingua Siciliana (ME)

Messaggio  Flavia Vizzari il Sab 19 Giu 2010 - 0:01

Flavia Vizzari ha scritto:Chi volesse rimanere sui Monti Peloritani per la notte, potrà prenotarsi, comunicandocelo, al Centro Vacanze del Ctg e gli forniremo le informazioni necessarie.








http://www.ctgme.it/pizzochiarino/



Ultima modifica di Flavia Vizzari il Gio 13 Gen 2011 - 9:47, modificato 1 volta
avatar
Flavia Vizzari
Spicialista
Spicialista


http://blog.libero.it/Artevizzari/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Raduno Poetico-Artistico 2010 e Conv. Lingua Siciliana (ME)

Messaggio  Admin il Mer 23 Giu 2010 - 13:57

avatar
Admin
Spicialista
Spicialista


http://linguasiciliana.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Raduno Poetico-Artistico 2010 e Conv. Lingua Siciliana (ME)

Messaggio  Admin il Mar 13 Lug 2010 - 20:39

Siamo lieti di porgere il nostro
INVITO
all’incontro per visitare la Collettiva Regionale degli artisti:
Innoccenza Alessi; Ugo Campo; Fortunata Inga; Piero Lucca; Mariella Martinez; Giampaolo Palumbo; Walter Saccà; Franca Scolari Papalia; Flavia Vizzari.
che hanno aderito alla
I° Giornata del Raduno culturale-artistico dello Stretto:
“Passeggiando nei Peloritani”
alla Batteria Puntal Ferraro
mercoledi 14 Luglio ore 10,30
è possibile intrattenersi per la lettura delle poesie che saranno recitate il giorno del Raduno Poetico-Artistico Regionale di Domenica 18 Luglio.
I poeti:
Antonina Balistreri (AP)- Antonino Barone(Tp)- Alberto Criscenti (Tp)-
Giovanni Cuppari (Me)- Pasquale Ermio (Me)- Paola Fedele (Me)-
Teresa Fresco (Me)- Giuseppe Gerbino (Tp)- Giuseppe Li Voti (Me)-
Liliana Mamo Ranzino (Me)- Tanino Platania (En)- Gino Puglisi (Me)-
Benedetto Giuseppe Russo (En)- Santina Russo (En)- Walter Saccà (Me)-
Angelo Santaromita Villa (Me)- Franca Scolari Papalia (Me)-
Rosaria Triolo (Me)- Licia Velardi (Me).
avatar
Admin
Spicialista
Spicialista


http://linguasiciliana.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Raduno Poetico-Artistico 2010 e Conv. Lingua Siciliana (ME)

Messaggio  Flavia Vizzari il Lun 19 Lug 2010 - 18:11

Quale idea ci guida e ci spinge a organizzare questo raduno?

L'idea è di lanciare un appello a tutti gli artisti e intellettuali che amano la nostra terra e vorrebbero rivalorizzare il patrimonio culturale che ci hanno generosamente legato le millenarie generazioni che ci hanno preceduto... Per poi poter collaborare tutti insieme, ciascuno con la sua indipendenza di pensiero, per far riprendere la produzione culturale che la nostra terra si merita...
Per questo, credo che dobbiamo armarci di generosità, di umiltà, di fraternità e far volare in alto il nostro pensiero... al di sopra delle meschinità quotidiane, delle ambizioni smodate, delle miserabili invidie che istintivamente ci possono trascinare verso il basso...
Saremo all'altezza di questa sfida... per far nascere in Sicilia un nuovo movimento culturale e civile, basato sulla millenaria cultura che abbiamo la fortuna di possedere?
Sapremo mettere da parte i nostri piccoli egoismi di fronte a una posta così alta?
Sapremo affratellarci tutti sinceramente e collaborare senza diffidenze?
Sapremo alimentare questo sogno e portarlo avanti con coerenza e umiltà?
Saremo aperti e disposti a riconoscere i nostri pregiudizi... per abbandonarli e correggere il nostro cammino nell'arte e nella vita di tutti i giorni?

Come ci proponiamo rispetto alle altre associazioni e gruppi?

Naturalmente non vogliamo fare la guerra a nessuno, siamo assolutamente pacificisti; ma vogliamo lanciare un appello a tutti i gruppi, le associazioni, gli individui a remare nella stessa direzione... per una Sicilia che recupera, rivalorizza e diffonde l'antica e la nuova cultura armonicamente intrecciate, conservando ciascuno le proprie peculiarità e le proprie differenze...
Ci offriamo di collaborare attivamente o anche solo diffondere (se questo è il desiderio di chi organizza) le attività degli altri e invitiamo tutte le associazioni a partecipare nelle nostre iniziative come gruppi o anche individualmente...
Non abbiamo altro interesse che far crescere la cultura della nostra Sicilia e recuperare la spinta civile che ha caratterizzato la sua peculiare storia millenaria cresciuta sotto l'influsso di quasi tutte le grandi civiltà umane
che si sono sviluppate intorno al Mediterraneo.

Che consideriamo come Arte nel nostro gruppo?

Intendiamo per Arte tutta l'attività creativa che si realizza per mezzo dei diversi linguaggi artistici: arte visiva (pittura, scultura, cinema, design ambientale, grafico e oggettuale, spettacolo, fotografia ... ), letteraria (poesia, filosofia, scienza, storia, novellistica ... ) , sonora (musica, canto, danza ... ) e tutte le forme d'arte che si possono associare.
Lo scopo è contribuire a far crescere l'Arte e la cultura, suggerire nuove opportunità, incoraggiare la ricerca scientifica utile a chiarire obiettivamente le cose dell' Arte ed elevarne il livello culturale e sociale.
La nostra idea di Associazione è "culturale" e non "promozionale", non deve rispondere a problemi economici nè promozionali soprattutto per i propri associati poichè senza scopo di lucro alcuno; ma è promotrice di confronti culturali all'insegna della conoscenza privilegiando il confronto aperto e rispettoso volto a chiarire i pregiudizi che rendono confusa e contraddittoria la cultura dell'Arte.

Che obiettivi ci spingono ad avviare la serie di raduni annuali che vorremmo organizzare?

Come sapete, questo è il primo - speriamo - di una serie di raduni annuali che vorremmo organizzare a Messina... a parte di voler partecipare, se il tempo ce lo permette, nei raduni delle altre associazioni e gruppi siciliani che organizzeranno incontri, seminari, simposi che si pongono obiettivi simili ai nostri, al fine di appoggiare la crescita culturale siciliana genuina e indipendente...

Perché Arte e Scienza?

Le persone che ci dedichiamo all’arte, solitamente, ci lasciamo prendere dall’impulso creativo e, aiutati dal “mestiere”, costruiamo più o meno manualmente delle opere umane che fanno viaggiare i nostri sogni, le nostre speranze e i nostri desideri, a volte anche i nostri dolori e le nostre paure… In generale cerchiamo di depositare nei meandri di queste materializzazioni anche i sentimenti che accompagnano le idee che intendiamo comunicare…
Pero il pensare e il fare arte spesso ci pone degli interroganti, anche se ci sono artisti che credono di essere sicuri (e non siamo qui per metterlo in dubbio), molti altri (tra cui noi del Seminario permanente su arte e scienza) siamo indotti a fermarci ogni tanto e a riflettere sulle nostre convinzioni, ed anche a metterle in discussione…
Che cosa è l’arte, che cosa non lo è, se ha una funzione o non ce l’ha, se il mestiere è necessario o pregiudizievole, se bisogna aggiustare continuamente l’opera prima di renderla pubblica o si deve essere totalmente spontanei e così cogitando potremmo continuare all’infinito…
In questo, crediamo che non ci sia nulla di male, anzi possiamo dire che riflettendo sulle nostre cose possiamo capire meglio ciò che dobbiamo fare e come farlo…
Però c’è un problema soprattutto nell’ultimo secolo della storia umana ci si è consegnati alla avanguardia molto allegramente e in moltissimi casi totalitariamente… ormai tutti o quasi facciamo avanguardia e in nome suo accettiamo qualsiasi cosa… senza più regole di nessun tipo…
Tutto ciò ci riporta a un grande paradosso, si parte dall'idea che tutto (proprio tutto) è permesso per fare arte… ma solo pochissime opere delle innumerevoli che si realizzano giornalmente in tutto il pianeta sono considerate arte da parte di una oligarchia di critici che si arrogano il potere di decidere tale cosa, in modo insindacabile…
Così, gli artefici delle opere d’arte permangono sotto il costante ricatto di questi personaggi e gli amatori e i cittadini ignari, soprattutto, non capiscono che cosa succede, rassegnandosi al fatto che sono profani e non è dato loro la capacità di capire, rimangono dei “poveri ignoranti”… Peraltro alcuni osano affermare di capire e lo "dimostrano" portandosi alcune di queste opere alla loro casa…
Questo per lo più passa nell’arte visiva, mentre nelle arti letteraria e musicale il fenomeno potrebbe essere più sottile, ma io non sono esperto di questi campi e quindi non mi azzardo ad avanzare ipotesi... spero che altri (che appartengono a tali campi…) ci aggiornino su tali situazioni.
Per questi motivi, considero che uno studio attento, condotto con rigore scientifico su tutti i fenomeni dell’arte, potrebbe essere necessario per uscire dal paradosso anzi citato. E comunque la ricerca seria e neutrale potrebbe permetterci di chiarire molti punti oscuri dell’arte e ricondurci sul cammino della ragionevolezza, riconquistando anche la fiducia dei “non adetti ai lavori” che finalmente sarebbero in grado di capire e giudicare ciò che piace… ciò che sembra degno di essere ammirato… e ciò che coinvolge le idee e i sentimenti collettivi…
Per tali motivi, consideriamo anche utile creare una associazione culturale su “Arte e Scienza”, in quanto l’arte potrà recuperare la sua dignità se si farà chiara, senza perdere le sue proprietà per suggestionare il fruitore e lo stesso artista potrà lavorare con maggiore fiducia in se stesso e in ciò che fa… uscendo dal meccanismo perverso del paradossale ricatto montato su da molti critici.
Sappiamo che quello che affermiamo non trova d’accordo molti artisti, la cui opinione rispettiamo senza condizioni, e per questo ci rivolgiamo (per proporre la nostra associazione), a coloro che hanno una opinione simile alla nostra e che considerano che la ricerca scientifica nell’arte potrebbe essere molto utile, nel senso già detto.

Ma c'è da considerare l'aspetto peculiare della nostra isola... Qual'è questo aspetto a cui facciamo riferimento?

La nostra isola attualmente è povera (le sue ricchezze sono state depauperate dal Regno del Piemonte e mai più restituite), arretrata, bistrattata, sfruttata, ingannata, oppressa (dalla mafia), abbandonata (dai suoi stessi rappresentanti politici), umiliata (dall'assistenzialismo), la maggioranza della gente siciliana è alienata, ignora le sue stesse radici ed è vittima del consumismo più sfrenato... Per di più ha un grande complesso di inferiorità rispetto alle regioni italiane del nord e del nord in generale e ha perso la speranza di risollevarsi...

Di contro abbiamo una eredità culturale immensa... un grande patrimonio a cui attingere... uno delle più grandi ricchezze culturali del pianeta: quelle che ci hanno lasciato in eredità le grandi civilizzazioni che si sono avvicendate sulla nostra terra... che non sono di poco conto: a parte i siculi-sicani (nostri veri antenati), ricordiamo i greci, i cartaginesi, i latini, i bizantini, gli arabi, i normanni, i francesi, gli spagnoli... con le opere create in Sicilia e di cui abbiamo vasti e importantissimi resti archeologici, monumentali, storici e artistici... per cui pensiamo che dobbiamo, insieme alle altre associazioni e gruppi presenti nel territorio insulare, recuperare questi straordinari beni (che sono molto più preziosi delle risorse materiali), dobbiamo rivalutarli e diffondere la loro conoscenza a tutta la gente di Sicilia, facendo recuperare anche l'orgoglio di essere siciliani. Ma anche conservando l'umiltà che ci obbliga a ricominciare a costruire il nostro futuro e la nostra appartenenza alle grandi civilizzazioni contemporanee, lavorando intensamente, studiando seriamente e applicandoci alla ricerca scientifica e all'arte con convinzione e determinazione. Mettendo da parte gli interessi strettamente personali...
Lo stesso discorso di recupero, rivalorizzazione e diffusione della loro conoscenza vale per i nostri beni naturali, vasti e meravigliosi, ma anche in grave pericolo di contaminazione e di distruzione irreversibile...
In questo luogo, grazie a Ettore Lombardo e tutti gli addetti al lavoro di questi monti Peloritani, abbiamo un importante esempio di cosa si può fare nei nostri territori...
Grazie a tutti i convenuti a questo raduno e un grazie speciale va dato anche a Flavia Vizzari che ha reso possibile questo interessante incontro...

Gruppo del Seminario Arte e Scienza
-----------------------------------------------


Ultima modifica di Flavia Vizzari il Gio 13 Gen 2011 - 9:46, modificato 1 volta
avatar
Flavia Vizzari
Spicialista
Spicialista


http://blog.libero.it/Artevizzari/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Raduno Poetico-Artistico 2010 e Conv. Lingua Siciliana (ME)

Messaggio  Flavia Vizzari il Lun 19 Lug 2010 - 18:16

ASSOCIAZIONE VIRTUALE



http://artevizzari.italianoforum.com



I precedenti di questa iniziativa.

Qualche tempo fa abbiamo avuto modo, grazie alla volontà e capacità organizzativa di Flavia Vizzari di fissare i primi passi di una associazione che stiamo creando... che riportiamo qui per dare un'idea del cammino già fatto...

Ci siamo accordati sui seguenti propositi.

Per contribuire a far crescere l'arte e la cultura a Messina, in Sicilia e nel Sud... organizzare manifestazioni aperte a tutti e suggerire nuove opportunità per la nostra terra e per il nostro ambiente, e sopratutto per incoraggiare la ricerca scientifica utile a chiarire obiettivamente le cose dell'arte ed elevarne il livello culturale e sociale.

Si vorrebbe, se ci sono le compatibilità realizzative, fondare una associazione Culturale "arte e scienza" (che abbracci anche gli amici oltre lo stretto) da creare con tutti coloro che hanno a cuore, appunto, le cose dell'arte, che ricercano verità obiettive, che desiderano sentirsi affratellati nel collaborare e ad aiutarsi fra di loro, per operare in favore della società umana, della civiltà e della convivenza democratica...

Soprattutto desideriamo che tale Associazione sia squisitamente “culturale” e non “promozionale” dal punto di vista economico e personale per nessuno! La nostra Associazione non deve risolvere problemi economici né promozionali per l'attività professionale, perché non deve avere scopo di lucro alcuno; quindi se si organizza una mostra deve essere all'insegna della conoscenza e della didattica, per il confronto culturale e... non per vendere! Pertanto chi ha interessi per farsi conoscere e per vendere..., dovrà associarsi anche ad altri gruppi e associazioni più adatte a tali esigenze.

Per creare un dibattito libero, aperto e rispettoso della pari dignità di chi interviene, dibattito che abbiamo già avviato da alcuni mesi con lo scopo di cercare risposte chiare, anche senza pretendere che siano definitive, sui tanti luoghi comuni e pregiudizi che rendono confusa e contraddittoria la cultura dell'arte; in quanto molti artisti produttori, specialmente giovani, e sopratutto artisti fruitori, sono oggi disorientati, confusi e diffidenti anche verso i propri compagni di "avventura"...

Abbiamo anche elaborato una bozza di “manifesto”

1. Offrire e ricevere proposte di idee chiarificatrici sull'arte per dare risposte provvisorie e relativamente obiettive, ma accettabili e "rassicuranti", che ci permettano di poter operare nell'arte con maggiore coscienza e autonomia...

2. Ricercare la propria genuinità al di fuori delle mode e delle "correnti" artistiche…

3. Contribuire a fare un pò di luce nel marasma dell'attuale mondo artistico che ci permetta di essere considerati credibili e così poter dialogare con la società in cui viviamo senza "barriere" reciprocamente escludenti...

4. Appoggiare la ricerca scientifica per chiarire in modo obiettivo e depurato dalle mistificazioni le cose dell'arte…

5. Migliorare la nostra saggezza artistica e sentirci più uniti alla nostra umanità e a quella degli altri, escludendo sensi di superiorità e di inferiorità perché non hanno motivo di essere...

6. Considerarci fratelli nell'arte e aiutarci reciprocamente e non sentendosi antagonisti nei confronti degli altri artisti, ne superiori, ne approfittatori…

7. Aspirare ad apprendere continuamente senza mai cessare di farlo, perché la volontà del superamento continuo dei propri limiti è irrinunciabile, sopratutto per la creatività…

8. Depurare le proprie idee da influenze provenienti da altri paesi che pretendono di "colonizzarci" con le loro culture per noi estranee, anche se non ci chiudiamo al confronto aperto e paritario…

9. Liberarsi poco a poco dei pregiudizi artistici per recuperare se stessi e le proprie radici ambientali, storiche e culturali…

10. Organizzare appelli rispettosi e allo stesso tempo pragmatici sul come migliorare la città, la socialità, i servizi urbanistici, la protezione e fruizione dei beni culturali e naturali, ecc. …

Ci apre chiarificatore riportare in questo testo anche un precedente scambio di idee nel Forum di Flavia Vizzari... che possiamo riassumere nelle seguenti linee

Mi pare che ci potrebbe essere d'aiuto una idea nuova, ma che era anche antica... quella di far incontrare arte letteraria, musicale e visiva sotto un unico obiettivo comune (che poi gli obiettivi possono essere 3 o anche 5), per tentare di contribuire tra tante iniziative siciliane e del sud il recupero della cultura storica arrivata fino a noi.

Quella cultura che ci è derivata dai greci, dagli arabi, dai latini, dai normanni (cioè dal ricchissimo intreccio di culture favorito dai normanni), dai francesi, dagli spagnoli e non per ultimo dai siculi-sicani. È bene ricordare che essi sono sempre stati presenti nella storia e cultura della Sicilia (dai quali e non per caso prende il nome) anche se mai hanno dominato l'isola; ma hanno fatto proprie le differenti culture che apportavano i popoli dominatori e si sono fusi più volte con essi, generando non solo nuove famiglie “nobili”, lavoratori, commercianti... ma anche artisti, studiosi, ricercatori, filosofi, letterati, giudici, navigatori, medici, inventori... insieme a quei popoli che hanno governato la nostra terra.

Noi siamo i loro figli, i loro eredi storici, abbiamo i loro stessi geni e possiamo recuperare ciò che può avere ancora valore nel mondo attuale... come un'arte letteraria che allacci gli attuali dialetti parlati in una lingua scritta, erede di quelle lingue del passato; un'arte musicale attuale che allacci con le tradizioni musicali derivate da una ricerca storica e dalle musiche "popolari"; e un'arte visiva attuale (architettura, pittura, scultura, ceramica, sbalzo e cesello, ecc.) che allacci con le arti antiche nobili e popolari, di cui l'isola conserva ancora abbondanti resti nei musei, negli scavi archeologici, negli archivi e nelle opere artistiche, includendo le letterarie e musicali...

Tutto ciò ci porterebbe a ripiantare le nostre ricchissime radici storiche per fare rinascere una nuova pianta dell'arte che vorremmo far sviluppare e progredire verso un futuro più civile e pieno di nuove speranze per la Sicilia... verso anche un sicilianismo culturale, democratico e pacifico.
Il tema unificatore potrebbe essere il recupero dei beni culturali e delle risorse naturali ambientali, per la loro rivalorizzazione come beni collettivi trascendentali nell'immaginario collettivo dei siciliani e delle genti del mediterraneo.

Ovviamente, raffreddando realisticamente eventuali germogli di entusiasmo euforico, bisogna essere coscienti che questi obiettivi sono di alto volo e quasi sicuramente non avremo le forze per fare dei passi avanti importanti, quindi ci dovremmo dichiarare soddisfatti se riusciamo a realizzare in armonia di intenti questo primo incontro...

Comunque dovremmo dire che questo sarebbe il primo di una serie che abbiamo il desiderio di organizzare ogni anno, chiamando a collaborare disinteressatamente tutti coloro che hanno a cuore la rinascita della cultura e della civiltà siciliana e mediterranea e possiamo invitare i calabresi, napoletani, lucani e pugliesi per farli partecipare e collaborare, con la speranza che poi possano organizzare anche loro dei simposi regionali aperti alla fratellanza della cultura mediterranea...





Quale idea ci guida e ci spinge a organizzare questo raduno?



L'idea è di lanciare un appello a tutti gli artisti e intellettuali che amano la nostra terra e vorrebbero rivalorizzare il patrimonio culturale che ci hanno generosamente legato le millenarie generazioni che ci hanno preceduto... Per poi poter collaborare tutti insieme, ciascuno con la sua indipendenza di pensiero, per far riprendere la produzione culturale che la nostra terra si merita...

Per questo, credo che dobbiamo armarci di generosità, di umiltà, di fraternità e far volare in alto il nostro pensiero... al di sopra delle meschinità quotidiane, delle ambizioni smodate, delle miserabili invidie che istintivamente ci possono trascinare verso il basso...

Saremo all'altezza di questa sfida... per far nascere in Sicilia un nuovo movimento culturale e civile, basato sulla millenaria cultura che abbiamo la fortuna di possedere?

Sapremo mettere da parte i nostri piccoli egoismi di fronte a una posta così alta?

Sapremo affratellarci tutti sinceramente e collaborare senza diffidenze?

Sapremo alimentare questo sogno e portarlo avanti con coerenza e umiltà?

Saremo aperti e disposti a riconoscere i nostri pregiudizi... per abbandonarli e correggere il nostro cammino nell'arte e nella vita di tutti i giorni?



Come ci proponiamo rispetto alle altre associazioni e gruppi?



Naturalmente non vogliamo fare la guerra a nessuno, siamo assolutamente pacificisti; ma vogliamo lanciare un appello a tutti i gruppi, le associazioni, gli individui a remare nella stessa direzione... per una Sicilia che recupera, rivalorizza e diffonde l'antica e la nuova cultura armonicamente intrecciate, conservando ciascuno le proprie peculiarità e le proprie differenze...

Ci offriamo di collaborare attivamente o anche solo diffondere (se questo è il desiderio di chi organizza) le attività degli altri e invitiamo tutte le associazioni a partecipare nelle nostre iniziative come gruppi o anche individualmente...

Non abbiamo altro interesse che far crescere la cultura della nostra Sicilia e recuperare la spinta civile che ha caratterizzato la sua peculiare storia millenaria cresciuta sotto l'influsso di quasi tutte le grandi civiltà umane che si sono sviluppate intorno al Mediterraneo.



Che consideriamo come Arte nel nostro gruppo?



Intendiamo per Arte tutta l'attività creativa che si realizza per mezzo dei diversi linguaggi artistici: arte visiva (pittura, scultura, cinema, design ambientale, grafico e oggettuale, spettacolo, fotografia ... ), letteraria (poesia, filosofia, scienza, storia, novellistica ... ) , sonora (musica, canto, danza ... ) e tutte le forme d'Arte che si possono associare.

Lo scopo è contribuire a far crescere l'Arte e la cultura, suggerire nuove opportunità, incoraggiare la ricerca scientifica utile a chiarire obiettivamente le cose dell'arte ed elevarne il livello culturale e sociale.

La nostra idea di Associazione è "culturale" e non "promozionale", non deve rispondere a problemi economici ne promozionali soprattutto per i propri associati poiché senza scopo di lucro alcuno; ma è promotrice di confronti culturali all'insegna della conoscenza privilegiando il confronto aperto e rispettoso volto a chiarire i pregiudizi che rendono confusa e contraddittoria la cultura dell'Arte.



Che obiettivi ci spingono ad avviare la serie di raduni annuali che vorremmo organizzare?



Come sapete, questo è il primo - speriamo - di una serie di raduni annuali che vorremmo organizzare a Messina... a parte di voler partecipare, se il tempo ce lo permette, nei raduni delle altre associazioni e gruppi siciliani che organizzeranno incontri, seminari, simposi che si pongono obiettivi simili ai nostri, al fine di appoggiare la crescita culturale siciliana genuina e indipendente...



Perché Arte e Scienza?



Le persone che ci dedichiamo all’arte, solitamente, ci lasciamo prendere dall’impulso creativo e, aiutati dal “mestiere”, costruiamo più o meno manualmente delle opere umane che fanno viaggiare i nostri sogni, le nostre speranze e i nostri desideri, a volte anche i nostri dolori e le nostre paure… In generale cerchiamo di depositare nei meandri di queste materializzazioni anche i sentimenti che accompagnano le idee che intendiamo comunicare…

Pero il pensare e il fare arte spesso ci pone degli interroganti, anche se ci sono artisti che credono di essere sicuri (e non siamo qui per metterlo in dubbio), molti altri (tra cui noi del Seminario permanente su arte e scienza) siamo indotti a fermarci ogni tanto e a riflettere sulle nostre convinzioni, ed anche a metterle in discussione…

Che cosa è l’arte, che cosa non lo è, se ha una funzione o non ce l’ha, se il mestiere è necessario o pregiudizievole, se bisogna aggiustare continuamente l’opera prima di renderla pubblica o si deve essere totalmente spontanei e così cogitando potremmo continuare all’infinito…

In questo non crediamo che ci sia nulla di male, anzi possiamo dire che riflettendo sulle nostre cose possiamo capire meglio ciò che dobbiamo fare e come farlo…

Però c’è un problema soprattutto nell’ultimo secolo della storia umana ci si è consegnati alla avanguardia molto allegramente e in moltissimi casi totalitariamente… ormai tutti o quasi facciamo avanguardia e in nome suo accettiamo qualsiasi cosa… senza più regole di nessun tipo…

Tutto questo ci riporta a un grande paradosso, che tutto (proprio tutto) è permesso per fare arte… ma solo pochissime opere delle innumerevoli che si realizzano giornalmente in tutto il pianeta sono considerate arte da parte di una oligarchia di critici che si arrogano il potere di decidere tale cosa, in modo insindacabile…

Così, gli artefici delle opere d’arte permangono sotto il costante ricatto di questi personaggi e gli amatori e i cittadini ignari, soprattutto, non capiscono che cosa succede, rassegnandosi al fatto che sono profani e non è dato loro la capacità di capire, rimangono dei “poveri ignoranti”… Sono molto pochi coloro che osano affermare di capire e si portano alcune di queste opere a casa…

Questo per lo più passa nell’arte visiva, mentre nelle arti letteraria e musicale il fenomeno potrebbe essere più sottile, ma io personalmente devo dire che non sono esperto di questi campi e quindi non mi azzardo ad avanzare ipotesi... spero che altri (gli artisti che appartengono a tali campi…) ci aggiornino su tali situazioni.

Per questi motivi, consideriamo che uno studio attento, condotto con rigore scientifico su tutti i fenomeni dell’arte, potrebbe essere necessario per uscire dal paradosso anzi citato. E comunque la ricerca seria e neutrale potrebbe permetterci di chiarire molti punti oscuri dell’arte e ricondurci sul cammino della ragionevolezza, riconquistando anche la fiducia dei “non addetti ai lavori” che finalmente sarebbero in grado di capire e giudicare ciò che piace… ciò che sembra degno di essere ammirato… e ciò che coinvolge le idee e i sentimenti collettivi…

Per tali motivi, consideriamo anche utile creare una associazione culturale su “Arte e Scienza”, in quanto l’arte potrà recuperare la sua dignità se si farà chiara, senza perdere le sue proprietà per suggestionare il fruitore e lo stesso artista potrà lavorare con maggiore fiducia in se stesso e in ciò che fa… uscendo dal meccanismo perverso del paradossale ricatto montato su da molti critici.

Sappiamo che quello che affermiamo non trova d’accordo molti artisti, la cui opinione rispettiamo senza condizioni, e per questo ci rivolgiamo (per proporre la nostra associazione), a coloro che hanno una opinione simile alla nostra

e che considerano che la ricerca scientifica nell’arte potrebbe essere molto utile, nel senso già detto.



Ma c'è da considerare l'aspetto peculiare della nostra isola... Qual'è questo aspetto a cui facciamo riferimento?



La nostra isola attualmente è povera (le sue ricchezze sono state depauperate dal Regno del Piemonte e mai più restituite), arretrata, bistrattata, sfruttata, ingannata, oppressa (dalla mafia), abbandonata (dai suoi stessi rappresentanti politici), umiliata (dall'assistenzialismo), la maggioranza della gente siciliana è alienata, ignora le sue stesse radici ed è vittima del consumismo più sfrenato... Per di più ha un grande complesso di inferiorità rispetto alle regioni italiane del nord e del nord in generale e ha perso la speranza di risollevarsi...

D'altra parte, abbiamo una eredità culturale immensa... un grande patrimonio a cui attingere... uno delle più grandi ricchezze culturali del pianeta: quelle che ci hanno lasciato in eredità le grandi civilizzazioni che si sono avvicendate sulla nostra terra... che non sono di poco conto: a parte i siculi-sicani (nostri veri antenati), ricordiamo i greci, i cartaginesi, i latini, i bizantini, gli arabi, i normanni, i francesi, gli spagnoli... con le opere create in Sicilia e di cui abbiamo vasti e importantissimi resti archeologici, monumentali, storici e artistici... per cui pensiamo che dobbiamo, insieme alle altre associazioni e gruppi presenti nel territorio insulare, recuperare questi straordinari beni (che sono molto più preziosi delle risorse materiali), dobbiamo rivalutarli e diffondere la loro conoscenza a tutta la gente di Sicilia, facendo recuperare anche l'orgoglio di essere siciliani. Ma anche conservando l'umiltà che ci obbliga a ricominciare a costruire il nostro futuro e la nostra appartenenza alle grandi civilizzazioni contemporanee, lavorando intensamente, studiando seriamente e applicandoci alla ricerca scientifica e all'arte con convinzione e determinazione. Mettendo da parte gli interessi strettamente personali...

Lo stesso discorso di recupero, rivalorizzazione e diffusione della loro conoscenza vale per i nostri beni naturali, vasti e meravigliosi, ma anche in grave pericolo di contaminazione e di distruzione irreversibile...

In questo luogo, grazie a Ettore Lombardo e tutti gli addetti al lavoro di questi monti Peloritani, abbiamo un importante esempio di cosa si può fare nei nostri territori...

Grazie a tutti i convenuti a questo raduno e un grazie speciale va dato anche a Flavia Vizzari che ha reso possibile questo interessante incontro...



Gruppo del Seminario Arte e Scienza





------------------------------------------------------------------------


Sito Web : www.flaviavizzari.jimdo.com
avatar
Flavia Vizzari
Spicialista
Spicialista


http://blog.libero.it/Artevizzari/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Raduno Poetico-Artistico 2010 e Conv. Lingua Siciliana (ME)

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum