Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» ROMA IN 9 TAPPE
Dom 3 Dic 2017 - 0:16 Da Flavia Vizzari

» “EMOZIONI DI ARTE E DI MODA”
Dom 3 Dic 2017 - 0:15 Da Flavia Vizzari

» Commento critico di Flavia Vizzari de Il Granchio di S. Mazzei
Dom 3 Dic 2017 - 0:11 Da Flavia Vizzari

» LU ME' SICILIANU
Ven 20 Ott 2017 - 10:37 Da Flavia Vizzari

» Antologia poetica letteraria a cura di Giuseppe La Delfa In omaggio a L. Pirandello
Mer 11 Ott 2017 - 16:42 Da Flavia Vizzari

» Gualtiero G. Canu
Mer 11 Ott 2017 - 16:41 Da Flavia Vizzari

» LE POESIE DI DON RAFFAELE APRILE
Sab 30 Set 2017 - 16:54 Da Giuseppe La Delfa

» Antologia poetica letteraria a cura di Giuseppe La Delfa In omaggio a L. Pirandello
Dom 24 Set 2017 - 20:44 Da Giuseppe La Delfa

» NUOVI SUCCESSI DI PIPPO
Dom 24 Set 2017 - 20:28 Da Giuseppe La Delfa

» Premio Buttitta di Favara
Ven 1 Set 2017 - 9:45 Da Flavia Vizzari

» Poeti veri e poeti falsi
Dom 30 Lug 2017 - 20:31 Da Flavia Vizzari

» Un artista inizia ad essere tale ...
Dom 30 Lug 2017 - 20:22 Da Flavia Vizzari

» Premio Carrà-Tricali a Lentini (Sr)
Gio 20 Lug 2017 - 18:00 Da Giuseppe La Delfa

» Premio Renato Guttuso 2017
Gio 20 Lug 2017 - 17:54 Da Giuseppe La Delfa

» PREMIO NAZIONALE DI POESIA ASAS
Gio 25 Mag 2017 - 1:08 Da Flavia Vizzari

» INNO DELL'A.S.A.S.
Gio 25 Mag 2017 - 0:52 Da Flavia Vizzari

» ARTEINCENTRO "messinaweb.eu"
Mar 16 Mag 2017 - 15:49 Da Flavia Vizzari

» Premio di Poesia, Narrativa e Teatro “Memorial Giovanni Leone” – I valori della famiglia - 1^ Edizione
Gio 11 Mag 2017 - 17:35 Da carmy77

» Poesia e recensione per Giovanni Fontana di Castellammare del Golfo
Sab 22 Apr 2017 - 20:16 Da Giuseppe La Delfa

» IL MAGGIO DEI LIBRI dell'ASAS 2017
Sab 22 Apr 2017 - 8:24 Da Flavia Vizzari

» LUIGI TERRANOVA
Sab 22 Apr 2017 - 8:19 Da Flavia Vizzari

» RENATO DI PANE: BIOGRAFIA E NOTIZIE
Lun 3 Apr 2017 - 11:56 Da Flavia Vizzari

» Premio Letterario Nazionale “L’ANFORA DI CALLIOPE”
Lun 3 Apr 2017 - 9:14 Da Flavia Vizzari

» Tempo
Lun 3 Apr 2017 - 9:11 Da Flavia Vizzari

» Premio RENATO GUTTUSO
Mer 29 Mar 2017 - 16:49 Da Flavia Vizzari

» Benvenuto Pino
Mer 29 Mar 2017 - 16:47 Da Flavia Vizzari

» GRAMMATICA SISTEMATICA di Arturo Messina - Sr
Mer 29 Mar 2017 - 9:22 Da Giuseppe La Delfa

» recensione avuta nel 2008 e dimenticata
Mer 29 Mar 2017 - 9:10 Da Giuseppe La Delfa

» Mons. Giovanni Accolla, ordinazione episcopale
Dom 26 Feb 2017 - 22:43 Da Giuseppe La Delfa

» Il potere salvifico della poesia di Giovanni Albano 
Mer 11 Gen 2017 - 1:47 Da Flavia Vizzari

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Dicembre 2017
LunMarMerGioVenSabDom
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Calendario Calendario

Bookmarking sociale

Bookmarking sociale digg  Bookmarking sociale delicious  Bookmarking sociale reddit  Bookmarking sociale stumbleupon  Bookmarking sociale slashdot  Bookmarking sociale yahoo  Bookmarking sociale google  Bookmarking sociale blogmarks  Bookmarking sociale live      

Conserva e condivide l’indirizzo di Il Forum della Lingua siciliana sul tuo sito sociale bookmarking

Conserva e condividi l'indirizzo di FORUM - SEMINARIO di ARTE e POESIA - LINGUA SICILIANA sul tuo sito sociale bookmarking

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 



Imitazione nell'Arte: I Copisti

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Imitazione nell'Arte: I Copisti

Messaggio  Flavia Vizzari il Lun 8 Mar 2010 - 19:57

secondo me alcuni artisti riproducono opere famose facendone copie per esercitare la loro abilità coloristica (io credo che non sia necessario però esercitarsi copiando) ... in questo forum, si è esercitata in questo, non so se lo fa tuttora, la nostra forumista GIANSERE (Maria Luisa Vanacore) ...
avatar
Flavia Vizzari
Spicialista
Spicialista


http://blog.libero.it/Artevizzari/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Imitazione nell'Arte: I Copisti

Messaggio  Ospite il Lun 8 Mar 2010 - 20:05

Flavia, purtroppo non fanno questo per apprendere, quasi mai... spessissimo imitano le opere famose perché credono (o si fa credere loro) che quella è la "VERA ARTE" e fuori da quelle tendenze non c'è assolutamente arte!!! Questo è il grave problema!!!

Questa mia opinione non si riferisce al tema dei copisti... ma alle copie di stili e di tematiche (o assenza di tematiche) in cui si esibiscono molti giovani e novizi, per sentirsi artisti appartenenti all'arte "moderna", prendendo le scorciatoie che evitano di apprendere le tecniche e le abilità che sono necessarie per professare l'arte della propria cultura e che rappresentano un duro scoglio da superare

pale pale pale pale pale


Ultima modifica di nicolacomunale il Mer 17 Mar 2010 - 16:25, modificato 1 volta

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Imitazione nell'Arte: I Copisti

Messaggio  Flavia Vizzari il Dom 14 Mar 2010 - 16:24

Molti artisti realizzano lavori in pittura che altro non sono che Copie di Originali Famosi ... forse per acquisire più abilità nel disegno e nella maniera coloristica? Cosa ne pensiamo di questa Arte?

Abbiamo la risposta personale del nostro Nicola Comunale quotata da un'altro Topic:

nicolacomunale ha scritto:
Flavia, purtroppo non fanno questo per apprendere, quasi mai... spessissimo imitano le opere famose perché credono (o si fa credere loro) che quella è la "VERA ARTE" e fuori da quelle tendenze non c'è assolutamente arte!!! Questo è il grave problema!!!

pale pale pale pale pale

Ma se non è vera Arte eseguire copie di Originali famosi ... riteniamo sia vera Arte ritrarre dal Vero i Paesaggi o altre scene naturali o scene che ci hanno colpito in fotografia?




nicolacomunale ha scritto:Imitare o "tradurre" qualcosa di cui riusciamo a captare la bellezza, risaltandola e caricandola con i sentimenti che ci suscita... può essere una buona motivazione per fare un quadro, come una poesia o un brano musicale... Certo però il messaggio non sarà molto trascendentale... ma può raggiungere vette sublimi se i sentimenti che si esprimono sono molto toccanti e profondamente umani... :-)
avatar
Flavia Vizzari
Spicialista
Spicialista


http://blog.libero.it/Artevizzari/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Imitazione nell'Arte: I Copisti

Messaggio  Giovanni BonarRIGO il Dom 14 Mar 2010 - 20:40

Flavia Vizzari ha scritto:
Flavia Vizzari ha scritto: Molti artisti realizzano lavori in pittura che altro non sono che Copie di Originali Famosi ... forse per acquisire più abilità nel disegno e nella maniera coloristica? Cosa ne pensiamo di questa Arte?

Abbiamo la risposta personale del nostro Nicola Comunale quotata da un'altro Topic:

nicolacomunale ha scritto:
Flavia, purtroppo non fanno questo per apprendere, quasi mai... spessissimo imitano le opere famose perché credono (o si fa credere loro) che quella è la "VERA ARTE" e fuori da quelle tendenze non c'è assolutamente arte!!! Questo è il grave problema!!!
La vera Arte è quella che esprime il sentimento più profondo (attraverso il qualsivoglia stile o forma), dell'individuo Artista. Sia essa il ritratto di un paesaggio, di una natura morta o di una metafisica espressione del proprio spirito più recondito.
avatar
Giovanni BonarRIGO
nicareddu
nicareddu


http://www.giovannibonarrigo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Imitazione nell'Arte: I Copisti

Messaggio  Ospite il Lun 15 Mar 2010 - 0:43

l'ARTE DEVE ESSERE QUALCOSA CHE VIENE DA DENTRO, L'ESPRESSIONE DI UNO STATO D'ANIMO, POI MAGARI IL RISULTATO AVRA' UNA SUA COLLOCAZIONE NELLA SCALA DEI VALORI CHE L'UOMO PER SUA CULTURA E CONOSCENZA CREA! CHI RITRAE O COPIA NON FA ARTE AMMENO CHE COME NEL CASO DELLA FOTOGRAFIA AD ESSERE RITRATTO E' UN QUALCOSA CHE PUO' SUSCITARE UN PARTICOLARE SENTIMENTO.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Imitazione nell'Arte: I Copisti

Messaggio  Ospite il Mar 16 Mar 2010 - 0:25

Devo dire, con tutto il rispetto dovuto, che sono fermamente contrario a parlare di "vera arte" e di "non arte"...

Perché credo che l'artista sincero deve creare tranquillamente, senza essere assillato dal dubbio amletico "...è vera arte o non è vera arte...", quello che sto facendo?...

Ne credo che sia giustificato, in nessun caso che ci arroghiamo il diritto e presumiamo di avere la capacità di stabilire se il nostro vicino sta facendo della vera arte o non arte...

Io solo nei casi molto evidenti di assenza di impegno, di vuoto, di aria fritta, oso dire, ma sopratutto con me stesso, quest'opera che sto vedendo è solo una presa in giro... in tutti gli altri casi mi metto la lingua sotto il cappello e mi astengo dal dare giudizi risolutivi, per rispetto alla verità (che non mi appartiene) e per rispetto all'artista che ha lavorato, avendo fede nel suo lavoro...

Io credo che solo si possa discutere, con giustizia e rispetto, di livelli di qualità artistica e non di arte sì o arte no... è quasi impossibile poter stabilire una linea di divisione tra arte e non arte, salvo in quei casi molto evidenti di imbrattamento... dei "Pollock" di turno, o dei raccoglitori di spazzatura... dei vari "Pistoletto", o di totale assenza di comunicazione visiva...

Ma poi neanche questo credo che sia molto importante... Ciò che considero primordiale è che ogni artista - ripeto - deve sentirsi libero di creare senza condizionamenti di nessuna tendenza avanguardista, retro, o postavanguardista... di nessun tipo e senza timore di doversi sentir dire che la sua opera non è "vera arte"!!!

L'unica cosa che possiamo pretendere è che ogni artista dia il meglio di se stesso nelle creazioni in cui crede veramente e sinceramente, che ci metta tutta la sua coscienza, la sua scienza e la sua abilità tecnica, per trasmettere un messaggio artistico comprensibile e suggestivo allo stesso tempo.

Riusciremo un giorno a non cedere all'impulso perverso di emettere dei giudizi non richiesti sulle opere che vediamo?

Riusciremo un giorno a capire che è tremendamente difficile (oltre che ingiusto nei casi in cui manca l'obbligo di farlo) giudicare un persona e che è quasi altrettanto difficile poter giudicare un'opera d'arte, oltre che totalmente inutile?

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Imitazione nell'Arte: I Copisti

Messaggio  Flavia Vizzari il Mar 16 Mar 2010 - 0:51

Nicola ... leggevo il tuo scritto e per quanto giustissimo mi appare, man mano che leggevo mi chiedevo perchè tu l'avessi scritto in questo Topic (poichè mi sembrava fuori argomento)

Lo sbaglio è ovviamente mio ... perchè mi sa che non soltanto dovrei proseguire a studiare la lingua siciliana, ma forse dovrei studiare meglio anche quella italiana ...

il problema mio è adesso in che lingua esprimermi ...

eppure a volte penso di essere capita, invece poi mi accorgo che non era per niente così ...


Provo a iniziare daccapo geek


Ultima modifica di Flavia Vizzari il Mar 16 Mar 2010 - 1:01, modificato 1 volta
avatar
Flavia Vizzari
Spicialista
Spicialista


http://blog.libero.it/Artevizzari/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Imitazione nell'Arte: I Copisti

Messaggio  Flavia Vizzari il Mar 16 Mar 2010 - 1:00

Il mio interrogativo è il seguente :

Flavia Vizzari ha scritto:Molti artisti realizzano lavori in pittura che altro non sono che copie di Originali Famosi ... forse per acquisire più abilità nel disegno e nella maniera coloristica? Cosa ne pensiamo di questo modo di procedere?

Ma se eseguire copie di Originali famosi non è il giusto modo per comunicare un proprio messaggio, riteniamo che possa esserlo ritrarre dal Vero i Paesaggi o altre scene naturali o scene che ci hanno colpito in fotografia?



e ancora ...

L'"originale famoso" o un "opera fotografica" già significativi comunicatori di messaggi, copiandoli, possono riprodurre, in quanto già con tali qualità, uleriori comunicazioni di messaggi ...

è corretto e fattibile tutto ciò? E' lecito? Oppure non lo condividiamo?

Bisogna creare dal nulla o è concesso avvalersi di queste fonti che riescono ad impressionarci col desiderio di riprodurle, tutte o in parte?

(non mi chiedo se è arte o non lo è ... non era questo il mio dubbio ... ho sbagliato ad usare le parole ... chiedo venia)


avatar
Flavia Vizzari
Spicialista
Spicialista


http://blog.libero.it/Artevizzari/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Imitazione nell'Arte: I Copisti

Messaggio  Ospite il Mar 16 Mar 2010 - 8:05

Ciao Flavia... non c'è da chiedere scusa... si ha diritto ad avere opinioni differenti... forse sono io che mi esprimo in modo troppo deciso...
La questione è che la definizione "vera arte", come se fosse differente da arte, da a intendere che esiste anche la "non arte" (negazione dell'arte) e questo epiteto lo possiamo utilizzare per etichettare l'opera dell'artista che non ci piace... arrogandoci (a volte senza rendercene conto) il "potere" di dover giudicare "condannando" senza misericordia l'operato di un altro artista, che magari "pecca" in qualche componente che consideriamo "indispensabile" per fare arte...
Il fatto sbagliato è anche che di indispensabile non c'è niente e, comunque, uno o due o tre componenti con difetti non eliminano del tutto il diritto dell'opera a entrare nella categoria dell'arte...

Bisogna anche smitizzare questa parola "arte": arte è TUTTA l'arte, no solo la "grande" arte.

Esistono anche nella storia dell'arte (dalla quale dovremmo dedurre alcuni insegnamenti) opere d'arte di basso livello e, via via, opere che innalzano questo livello progressivamente fino ad arrivare alla grande arte...
In realtà, quindi, ci sono infiniti livelli artistici non il solo livello GRANDE e perciò non è giusto escludere nessuno dall'arte, sempre se si fa "qualcosa" con sincera intenzione artistica e non con la chiara intenzione di prendere per i fondelli...

Io trovo che discutere sul dilemma... questa è vera arte o non è arte?, questa è vera poesia o non è poesia? ...è una pura perdita di tempo... perché, oltre che può essere ingiusto, per chi viene lasciato "fuori" dalla porta", si può derivare in una discussione senza fine, fuorviando l'attenzione dal discorso più corretto... del giudicare se un'opera raggiunge un livello artistico più alto o meno alto...

Tutti possiamo entrare nella categoria artistica, però a livelli di qualità differenti, in base alle componenti artistiche impiegate e alle abilità e sensibilità con cui ci appaiono impiegati.
È in questi livelli diversi che possiamo esprimere un giudizio pacato, sereno, rispettoso e sopratutto massimamente obiettivo. Negare l'arte di qualcuno - scusate se mi ripeto - è ingiusto e falso... anche se non ce ne rendiamo conto a volte.

Scusate la tiritera, ma è un tema dell'arte in cui soffriamo molti decenni di "martellamento" continuo che ci ha sviati e ci ha portato sul terreno del pregiudizio deleterio...

E comunque sottolineo che io non parlavo di copiare, ma di imitare o "tradurre"... ma su questo scriverò più avanti, perché ora devo scappare in facoltà, alle 8,30 mi aspettano gli studenti per l'inizio della lezione... Wink

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Imitazione nell'Arte: I Copisti

Messaggio  Flavia Vizzari il Mar 16 Mar 2010 - 8:10

Si , ma ero io che non parlavo di VERA ARTE e FALSA ARTE ... nel primo post è scritto VERA ARTE in un pezzetto quotato da te ...

( qui : http://artevizzari.italianoforum.com/idee-e-opinioni-su-arte-e-scienza-f28/come-si-stabilisce-la-quotazione-di-un-artista-t2000-15.htm )


credo si debba dividere il topic perchè gli argomenti così adesso sono DUE
avatar
Flavia Vizzari
Spicialista
Spicialista


http://blog.libero.it/Artevizzari/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Imitazione nell'Arte: I Copisti

Messaggio  Flavia Vizzari il Mar 16 Mar 2010 - 8:23

nicolacomunale ha scritto:

E comunque sottolineo che io non parlavo di copiare, ma di imitare o "tradurre"... ma su questo scriverò più avanti, perché ora devo scappare in facoltà, alle 8,30 mi aspettano gli studenti per l'inizio della lezione... Wink


Io ho scritto "copiare" come conseguenza del termine "Copisti"

vedi al link:

http://www.bulgaria-italia.com/bg/news/news/01455.asp

I FALSI D’AUTORE IN ITALIA



I falsi d’autore in Italia esistono e sono regolamentati con una apposita legge. Gli autori sono i cosiddetti copisti. I loro dipinti si chiamano anche “autentici veri falsi d’autore”. Se qualcuno propone una tale opera come originale, rischia come minimo una contravvenzione.

Tempo fa ho visto una mostra di copisti di opere di Van Gogh, Monet, Gauguin e Klimt. Per il semplice appassionato questi sembravano originali e la domanda viene spontanea: Chi è il maestro più grande? L’autore primario oppure chi lo ha copiato? Per quale motivo creare le mostre e gli studi per i copisti?

A queste ed altre domande per gli amanti bulgari dell’arte, ha dato risposta il pittore Jandomenico, proprietario dello studio “Delfi Arte” di Napoli: ”C’è una legge in Italia che regolamenta questo commercio. Ogni dipinto deve essere accompagnato da un certificato che attesta le origini del quadro che è un falso e riprodotto alla maniera dell’originale. Chi compra deve sapere che è un falso, un vero falso, autenticato come tale”.

I laboratori che eseguono tali richieste sono formate da tanti pittori, alcuni specializzati, altri con delle capacità simili ai loro illustri predecessori, che riescono a fare copie pari all’originale. I maestri-copisti sono capaci di copiare qualsiasi stile personale o scuola di pittura. Possono diventare anche molto famosi come copisti, e non “falsificatori” in quanto quest’ultimo è un termine dispregiativo. Per questo si può dire che è stata creata una nuova tendenza nella pittura, quella dei copisti. Una delle cause che ha creato tutto ciò è l’affermarsi dei “nuovi ricchi”; la nuova borghesia. Questi vogliono avere in casa o in ufficio un quadro conosciuto; però gli originali stanno nei musei o appartengono alle collezioni private.

Dall’altra parte tutti questi ricchi, non capiscono tanto di arte per mancanza di conoscenza, di cultura o per ignoranza. Pertanto per sicurezza preferiscono i quadri famosi del passato, di pittori da tempo affermati con le loro opere. Il signor Jandomenico che è non solo copista ma anche pittore contemporaneo, riconosce una spaccatura culturale e spirituale nella società moderna che preferisce un vero falso invece un dipinto vero originale e contemporaneo. Il problema della mancata conoscenza specifica allontana la gente dall’arte contemporanea che ha un linguaggio sempre più sofisticato e la moltitudine non riesce più a dialogare con l’arte. Il passato è più sicuro perché “affermato” ed è questo il motivo della comparsa e della esibizione dei copisti.

Il signor Jandomenico ha detto che non conosce copisti bulgari né quadri di pittori bulgari come falsi d’autore. Il suo laboratorio e altri simili, hanno dei recapiti su internet, dove si offrono dei dipinti d’autore copiati. Per esempio: “L’urlo” di Munk costa 380 euro, “Ragazza con il frutto” di Gauguin 330 euro, “I girasoli” di Van Gogh 330 euro, “La dama con l’ermellino” di Leonardo 520 euro, “Il bacio” di Klimt 1100 euro.

Dai laboratori dei copisti avvertono tutti gli appassionati che nelle pagine web di internet, però, si vendono anche stampe digitali ritoccate a mano con colori sintetici. Queste, non sono opere di copisti, come sono presentate. Sono semplicemente stampe moderne.

Ecco perché, tutti i quadri dipinti a mano dai copisti sono i soli autentici veri “falsi d’autore”; una specie di opere d’arte che possono trovare spazio in apposite mostre, gallerie o musei. E con queste opere, il genio artistico può beffare la pochezza dell’animo umano!

Autore: Elena Chahanova
avatar
Flavia Vizzari
Spicialista
Spicialista


http://blog.libero.it/Artevizzari/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Imitazione nell'Arte: I Copisti

Messaggio  Flavia Vizzari il Mar 16 Mar 2010 - 8:34

Flavia Vizzari ha scritto:Il mio interrogativo è il seguente :

Flavia Vizzari ha scritto:Molti artisti realizzano lavori in pittura che altro non sono che copie di Originali Famosi ... forse per acquisire più abilità nel disegno e nella maniera coloristica? Cosa ne pensiamo di questo modo di procedere?

Ma se eseguire copie di Originali famosi non è il giusto modo per comunicare un proprio messaggio, riteniamo che possa esserlo ritrarre dal Vero i Paesaggi o altre scene naturali o scene che ci hanno colpito in fotografia?



e ancora ...

L'"originale famoso" o un "opera fotografica" già significativi comunicatori di messaggi, copiandoli, possono riprodurre, in quanto già con tali qualità, uleriori comunicazioni di messaggi ...

è corretto e fattibile tutto ciò? E' lecito? Oppure non lo condividiamo?

Bisogna creare dal nulla o è concesso avvalersi di queste fonti che riescono ad impressionarci col desiderio di riprodurle, tutte o in parte?

(non mi chiedo se è arte o non lo è ... non era questo il mio dubbio ... ho sbagliato ad usare le parole ... chiedo venia)





Ripropongo ulteriormente il mio quesito :

Cosa ne pensate degli “autentici veri falsi d’autore” realizzati dagli artisti copisti ? Del loro modo di procedere copiando?

Ritenete che il ritrarre un paesaggio dal vero perfettamente in maniera fotografica (stile pittori dell’800) sia più un imitare o copiare la natura?

Ritenete che copiare sulla tela, con l’ausilio dei pennelli, l’immagine di una fotografia, tutta o in parte, sia un modo di procedere corretto?

Ritenete che possa trattarsi di copiatura o di imitazione?
avatar
Flavia Vizzari
Spicialista
Spicialista


http://blog.libero.it/Artevizzari/

Tornare in alto Andare in basso

i copisti

Messaggio  lello ba il Mar 16 Mar 2010 - 9:16

intervengo non puntualmente sulla domanda, ma ecco quello che penso.
La questione non si pone. Arte, vera arte, imitazione, copia,ecc. Si sottende una discriminante e chi la decide. L'arte è quella avallata dal sistema dell'arte. Che codifica chi entra. Chi è capace/riesce a farne parte fa diventare ogni suo gesto arte.
Gli altri sono degli "appassionati"...
D'altra parte fino al novecento, ad esempio, nemmeno Caravaggio (attualità) era entrato nel circuito dell'arte. E così via, Piero della Francesco, ecc. ad esempio.
(forse non centra nulla con la questione posta)

lello ba
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Imitazione nell'Arte: I Copisti

Messaggio  Flavia Vizzari il Mar 16 Mar 2010 - 9:26

grazie Lello x il tuo intervento ... ma io mi chiedevo se ad esempio " mi copio su una tela" una "fotografia" ... scattata da me o da amici ... o presa da una rivista (naturalmente senza limite di copyright) ... se ne faccio un dipinto ... posso sentirmi dire : "l'hai copiato!" ? flower

(mi interessa l'oggi, il commento degli amici qui specchio della mia coscienza, non mi interessa sapere domani se potrà essere considerato Arte o No ... mi interessa cosa pensare io stessa sul mio operato!)
avatar
Flavia Vizzari
Spicialista
Spicialista


http://blog.libero.it/Artevizzari/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Imitazione nell'Arte: I Copisti

Messaggio  Giovanni BonarRIGO il Mar 16 Mar 2010 - 16:10

Se ho capito bene, Flavia,
nel tuo quesito del forum, a te non interessa affatto distinguere chi realizza Arte con la "A" maiuscola piuttosto che "imbrattatele".
Il tuo quesito è: Arte in originale (qualsiasi essa sia e di qualsiasi livello o tecnica o filosofia) piuttosto che... bassa copisteria.

Io dico: Copiare un Rembrandt (o parte di esso) e farlo anche bene è pricipalmente un "misurarsi" con un "livello" e studiarne gli effetti in relazione alle tecniche acquisite, poi copiare uno scorcio di Giotto, ecc...

Alla fine,
la vera arte che ci illustrerà come artisti per tutta la vita, (fosse anche nello stile macchiaiolo o astratto),
è quella che ci contraddistinguerà per opere originali, uniche, che percorreranno un preciso filone ideologico culturale e filosofico.
E diremo a noi stessi ed agli altri:
IO SONO QUESTO! TUTTO QUESTO, SOLO QUESTO, SEMPLICEMENTE QUESTO!
avatar
Giovanni BonarRIGO
nicareddu
nicareddu


http://www.giovannibonarrigo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Imitazione nell'Arte: I Copisti

Messaggio  Flavia Vizzari il Mar 16 Mar 2010 - 16:40

Quando andavamo a scuola ... già dalle elementari o alle medie ... uno dei tanti esercizi di disegno era copiare dal libro un altro disegno!

A mio parere, essere artisti di “autentici veri falsi d’autore” o COPISTI, non è positivo, io non lo farei mai un dipinto preciso identico di un altro anche se di dimensioni differenti ...

credo che chi fa il copista lo faccia appunto come dici tu, per esercitarsi, ma poi quei dipinti dovrebbe metterli da parte come suppellettili qualsiasi ... io non riesco a farmi comunicare un messaggio da x se so che il quadro è ideato da y ... credo sia un falsare le cose.

ora mi chiedo ... se anzichè copiare un dipinto famoso io copiassi una foto che mi ha colpito x particolari trasparenze o effetti di luce ... o per delle forme ... o per la resa visiva di particolari materiali che mi ha affascinato ... e trasporto con pennelli e colori, su tela, quell'immagine fotografica, magari non perfettamente, dal momento anche che si cambiano i materiali di realizzazione ...

mi chiedo ...

devo ritenere ciò anche un falsare le cose? O posso ritenermi contenta di fare un lavoro bello che possa trasmettere ulteriormente qualcosa?

Devo frenare il mio istinto di copiare la foto? Devo evitare di ritrarre un tramonto così come mi appare alla maniera di Corot? Devo necessariamente modificare il reale inserendo una mia particolarità espressiva?
avatar
Flavia Vizzari
Spicialista
Spicialista


http://blog.libero.it/Artevizzari/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Imitazione nell'Arte: I Copisti

Messaggio  Ospite il Mar 16 Mar 2010 - 22:48

Flavia, purtroppo c'è stato un malinteso, uno di quei malintesi che capitano di frequente quando due persone credono di parlare della stessa cosa e in vece parlano di cose diverse... Questi tipi di malintesi si utilizzano in teatro per creare situazioni comiche... per far ridere Wink

Tu stavi parlando di copisti... di quelli che acquisiscono delle abilità fuori dall'ordinario, (come gli acrobati del circo) e usano questa loro abilità per realizzare copie da vendere...

Io credevo che parlassi dei giovani che iniziano a "fare arte" per sentirsi artisti già nelle scuole d'arte e nelle accademie o facoltà, imitando gli stili, le tecniche e le mistificazioni, delle avanguardie e degli "artisti" di moda, pensando che quella è la "vera" arte...

Sono due categorie molto differenti e quindi non era possibile comprendersi...

Perciò non mi dovevi citare per un topic sui copisti, con delle mie affermazioni sugli imitatori... è da li che è nato il malinteso...

Quindi qui non scriverò più niente dell'imitazione (come mimesi) di una foto, di un'immagine vista dal vero o di una immagine della nostra memoria visiva...

Però c'è una questione di fondo che mi preoccupa ed quella relativa al fenomeno psicologico che ci spinge, irresistibilmente, ad emettere troppo spesso giudizi categorici, sentenze senza basi, pregiudizi, fallacie, luoghi comuni, con la presunzione di dire delle grandi verità indiscutibili, quasi fossero degli assiomi...

E mi domando ma che ce ne importa di affibbiare delle categorie ai "copisti"?... Che bisogno abbiamo di affermare se sono o non sono veri artisti?

A me sembrano discorsi veramente inutili e, per la loro tendenza a sviarci dai problemi reali dell'arte, mi appaiono anche dannosi...

Lo stesso discorso vale dagli artigiani agli artisti...

Flavia io ti dico, che se tu vuoi copiare una fotografia puoi farlo perfettamente, se poi utilizzi l'immagine come un mezzo o come un "significante"... Dove sta il problema?

E i copisti creano delle repliche... e allora?

Se un'immagine di un quadro ti commuove, tu dici quella sì che una "vera" opera d'arte... Giusto?
E se si fa una fotografia ad altissima risoluzione e con alta fedeltà di colori, dello stesso quadro... Qual'è la differenza visiva tra l'originale e la foto?
Se ciò che provoca la tua emozione è la "sostanza" visiva, allora anche la foto è una "vera" opera d'arte... o no?

Ma perché, nel tempo dei "grandi" artisti greci (senza contare gli artisti egizi e quelli mesopotamici) non si producevano forse delle repliche con molta frequenza? E credi che ci fosse qualcuno che si preoccupava di questo? Quanti ricchi e nobili colti richiedevano repliche di opere famose e le pagavano lo stesso prezzo degli originali, salvo che non variassero le dimensioni?

E se oggi si trova in qualche scavo archeologico, una "replica" di una scultura o pittura romana, tu credi che non si metterà in un museo perché non si considera "veramente" artistica?

Via! Liberiamoci da queste diatribe e parliamo di problemi seri... Siamo umili! Riportiamo l'arte con i piedi per terra, facciamola scendere dal piedistallo romantico, spogliamola dalla divinità olimpica: l'arte è cosa umana



Ultima modifica di nicolacomunale il Mer 17 Mar 2010 - 7:49, modificato 1 volta

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Imitazione nell'Arte: I Copisti

Messaggio  Flavia Vizzari il Mar 16 Mar 2010 - 22:58

Flavia Vizzari ha scritto:secondo me alcuni artisti riproducono opere famose facendone copie per esercitare la loro abilità coloristica (io credo che non sia necessario però esercitarsi copiando) ... in questo forum, si è esercitata in questo, non so se lo fa tuttora, la nostra forumista GIANSERE (Maria Luisa Vanacore) ...


Io qui parlavo dei Copisti ... per questo ho quotato e riportato la tua risposta :-(

qui:

http://artevizzari.italianoforum.com/idee-e-opinioni-su-arte-e-scienza-f28/imitazione-nell-arte-i-copisti-t2263-15.htm#11440
avatar
Flavia Vizzari
Spicialista
Spicialista


http://blog.libero.it/Artevizzari/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Imitazione nell'Arte: I Copisti

Messaggio  Flavia Vizzari il Mar 16 Mar 2010 - 23:03

nicolacomunale ha scritto:


E se oggi si trova in qualche scavo archeologico, una "replica" di una scultura o pittura romana, tu credi che non si metterà in un museo perché non si considera "veramente" artistica?



Non lo so se si metterà in un museo perchè la si considera artistica ... ma sicuramente perchè la si considera una "testimonianza archeologica" ... penso ...
avatar
Flavia Vizzari
Spicialista
Spicialista


http://blog.libero.it/Artevizzari/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Imitazione nell'Arte: I Copisti

Messaggio  Flavia Vizzari il Mar 16 Mar 2010 - 23:11

nicolacomunale ha scritto:
E mi domando ma che ce ne importa di affibbiare delle categorie ai "copisti"?... Che bisogno abbiamo di affermare se sono o non sono veri artisti?

A me sembrano discorsi veramente inutili e, per la loro tendenza a sviarci dai problemi reali dell'arte, mi appaiono anche dannosi...

Lo stesso discorso vale dagli artigiani agli artisti...

Flavia io ti dico, che se tu vuoi copiare una fotografia puoi farlo perfettamente, se poi utilizzi l'immagine come un mezzo o come un "significante"... Dove sta il problema?

E i copisti creano delle repliche... e allora?

Se un'immagine di un quadro ti commuove, tu dici quella sì che una "vera" opera d'arte... Giusto?
E se si fa una fotografia ad altissima risoluzione e con alta fedeltà di colori, dello stesso quadro... Qual'è la differenza visiva tra l'originale e la foto?
Se ciò che provoca la tua emozione è la "sostanza" visiva, allora anche la foto è una "vera" opera d'arte... o no?

umana


Ho fatto il paragone con i Copisti, per ragionare sull'argomento inerente la "Copiatura o imitazione" di una immagine riportata o reale (fotografia o paesaggio dal vero)... in effetti non ho mai, in passato, voluto esprimere teorie o pensieri in merito ai Copisti ... ma ad una Copia di originale famoso che mi è capitata ad un Concorso in cui ero in giuria ho dato un voto basso ... ho anche sospettato che fosse una tela stampata e non dipinta!

Ti ringrazio per i chiarimenti molto utili
avatar
Flavia Vizzari
Spicialista
Spicialista


http://blog.libero.it/Artevizzari/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Imitazione nell'Arte: I Copisti

Messaggio  GIANSERE il Mer 17 Mar 2010 - 15:49

Flavia Vizzari ha scritto:
Flavia Vizzari ha scritto:secondo me alcuni artisti riproducono opere famose facendone copie per esercitare la loro abilità coloristica (io credo che non sia necessario però esercitarsi copiando) ... in questo forum, si è esercitata in questo, non so se lo fa tuttora, la nostra forumista GIANSERE (Maria Luisa Vanacore) ...


Io qui parlavo dei Copisti ... per questo ho quotato e riportato la tua risposta :-(

qui:

http://artevizzari.italianoforum.com/idee-e-opinioni-su-arte-e-scienza-f28/imitazione-nell-arte-i-copisti-t2263-15.htm#11440

Spiego: dipingo da un paio d'anni ad olio perchè, da autodidatta, ho sempre usato solo tempere, matite e sanguigna. Sono partita da uno stile personale, assente d'ogni vincolo e avulso da ogni forma, non saprei come chiamarlo perchè non sono una cultrice, potrebbe, ritengo, definirsi astratto. Tutto ciò accadeva sino ad un paio d'anni fa. Ora sto imparando, con duro sacrificio, ad usare i colori ad olio, confortata da un gruppo di amici, colleghi ed appassionati, che hanno creduto tanto in me. Non ritengo inutile lo studio dei classici per imparare la tecnica e per impadronirsi dell'uso, dell'accostamento dei colori, a me è stato indispensabile e stimolante, sfido chiunque a non desiderare di imitare i propri maestri...Ho prodotto 4 copie con una certa soddisfazione, altri dipinti sono scaturiti durante alcune estemporanee, altri in modo naturale, osservando la realtà e fornendone una reinterpretazione personale. Da qualche mese sto sondando nuovamente le mie potenzialità, tentando di riprendere e di ripartire dalla mia soggettività, che avevo dovuto lievemente trascurare, per dedicarmi alla scoperta della tecnica...C'è da dire anche che la riproduzione di un dipinto d'autore non può mai essere fedele perchè ognuno mette le proprie impressioni, rivalutando il soggetto attraverso la propria individualità, comunque questo è il mio modesto parere. Non mi sento di affermare che non mi abbia gratificata la strada di ripercorrere i classici per intuire le emozioni che i grandi avrebbero potuto provare all'atto della creazione di quelle opere immortali, anzi...Preciso: le mie sono opinioni non suffragate da specifiche conoscenze, ma, da esperienze personali, spero possano servire a qualcuno, altrimenti avrò semplicemente contribuito ad animare un discorso già intrapreso da altri. Ritengo anche che oggi vi siano ancora grandi artisti come allora e che l'arte non è terminata con il passato, ma, che ogni epoca ha i propri grandi artisti. Ciao a tutti.
avatar
GIANSERE
bazzicaturi
bazzicaturi


Tornare in alto Andare in basso

Re: Imitazione nell'Arte: I Copisti

Messaggio  Flavia Vizzari il Gio 18 Mar 2010 - 22:36

avatar
Flavia Vizzari
Spicialista
Spicialista


http://blog.libero.it/Artevizzari/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Imitazione nell'Arte: I Copisti

Messaggio  Flavia Vizzari il Gio 18 Mar 2010 - 22:38

appunto ...

copiare fedelmente la natura o una foto, cos'ha di creativo?


"vedere l'invisibile e renderlo visibile ... " ?
avatar
Flavia Vizzari
Spicialista
Spicialista


http://blog.libero.it/Artevizzari/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Imitazione nell'Arte: I Copisti

Messaggio  GualtieroGiovanni il Ven 19 Mar 2010 - 8:16

Flavia Vizzari ha scritto:appunto ...

copiare fedelmente la natura o una foto, cos'ha di creativo?


"vedere l'invisibile e renderlo visibile ... " ?

Credo che il punto sia la definizione di arte.
Se, come già dissi, l'arte è una proiezione dell'animo umano: è arte.
Non solo.
Prendi una rosa.

Quanto dura in natura?
Prendi un quadro: quanto può durare la sua rosa?

Nell'animo umano, fra le varie cose, vi è il desiderio di far durare, perdurare l'attimo di mestizia, o di dolcezza, come pure di piacere, in natura, spesso, breve.

E' arte.
L'animo umano sente, vede, percepisce qualcosa, e lo immortala.
Lo ferma nel tempo.

E dice: ecco, qui ci sono io con il mio animo ed il mio pensiero.

(Altra cosa è se piaccia quell'opera o quell'artista)

***

Detto questo, la domanda è: non ti piace copiare?
Ottimo.
Vuol dire che hai il tuo mondo dentro di te.
E puoi farlo emergere quando, fermandoti, trovi il modo di creare fuori, in un'opera, quello che hai già dentro di te, nel tuo animo.


Quindi ... al lavoro! :-)


Ultima modifica di GualtieroGiovanni il Ven 19 Mar 2010 - 8:18, modificato 1 volta


Gualtiero Giovanni Canu
......
Sito Personale : http://xoomer.alice.it/gualtierino/
avatar
GualtieroGiovanni
Spicialista
Spicialista


http://xoomer.alice.it/gualtierino/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Imitazione nell'Arte: I Copisti

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum