Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» Premio Carrà-Tricali a Lentini (Sr)
Gio 20 Lug 2017 - 18:00 Da Giuseppe La Delfa

» Premio Renato Guttuso 2017
Gio 20 Lug 2017 - 17:54 Da Giuseppe La Delfa

» Antologia poetica letteraria a cura di Giuseppe La Delfa In omaggio a L. Pirandello
Gio 20 Lug 2017 - 17:51 Da Giuseppe La Delfa

» LE POESIE DI DON RAFFAELE APRILE
Gio 20 Lug 2017 - 17:44 Da Giuseppe La Delfa

» NUOVI SUCCESSI DI PIPPO
Gio 20 Lug 2017 - 17:38 Da Giuseppe La Delfa

» LU ME' SICILIANU
Dom 4 Giu 2017 - 21:47 Da Flavia Vizzari

» PREMIO NAZIONALE DI POESIA ASAS
Gio 25 Mag 2017 - 1:08 Da Flavia Vizzari

» INNO DELL'A.S.A.S.
Gio 25 Mag 2017 - 0:52 Da Flavia Vizzari

» ARTEINCENTRO "messinaweb.eu"
Mar 16 Mag 2017 - 15:49 Da Flavia Vizzari

» Premio di Poesia, Narrativa e Teatro “Memorial Giovanni Leone” – I valori della famiglia - 1^ Edizione
Gio 11 Mag 2017 - 17:35 Da carmy77

» Poesia e recensione per Giovanni Fontana di Castellammare del Golfo
Sab 22 Apr 2017 - 20:16 Da Giuseppe La Delfa

» IL MAGGIO DEI LIBRI dell'ASAS 2017
Sab 22 Apr 2017 - 8:24 Da Flavia Vizzari

» LUIGI TERRANOVA
Sab 22 Apr 2017 - 8:19 Da Flavia Vizzari

» RENATO DI PANE: BIOGRAFIA E NOTIZIE
Lun 3 Apr 2017 - 11:56 Da Flavia Vizzari

» Premio Letterario Nazionale “L’ANFORA DI CALLIOPE”
Lun 3 Apr 2017 - 9:14 Da Flavia Vizzari

» Tempo
Lun 3 Apr 2017 - 9:11 Da Flavia Vizzari

» Premio RENATO GUTTUSO
Mer 29 Mar 2017 - 16:49 Da Flavia Vizzari

» Benvenuto Pino
Mer 29 Mar 2017 - 16:47 Da Flavia Vizzari

» GRAMMATICA SISTEMATICA di Arturo Messina - Sr
Mer 29 Mar 2017 - 9:22 Da Giuseppe La Delfa

» recensione avuta nel 2008 e dimenticata
Mer 29 Mar 2017 - 9:10 Da Giuseppe La Delfa

» Mons. Giovanni Accolla, ordinazione episcopale
Dom 26 Feb 2017 - 22:43 Da Giuseppe La Delfa

» Il potere salvifico della poesia di Giovanni Albano 
Mer 11 Gen 2017 - 1:47 Da Flavia Vizzari

» Presentazione Silloge di S. Gaglio (IV Premio Asas 2016)
Sab 7 Gen 2017 - 18:54 Da Flavia Vizzari

» PREMIO POESIA A.S.A.S.
Sab 7 Gen 2017 - 18:53 Da Flavia Vizzari

» Arte & Parole
Sab 3 Dic 2016 - 12:38 Da ninnetta

» Concorso di Poesie, Filastrocche, Racconti e Fiabe “Libera la fantasia” – IV^ Edizione
Gio 1 Dic 2016 - 11:17 Da carmy77

» Bianco & Nero
Dom 27 Nov 2016 - 1:51 Da Flavia Vizzari

» Premio Buttitta a Pippo La Delfa
Sab 26 Nov 2016 - 8:20 Da Giuseppe La Delfa

» Relitto spaziale precipita su miniera di Giada
Sab 12 Nov 2016 - 11:08 Da Flavia Vizzari

» Giovanni Albano
Dom 30 Ott 2016 - 14:24 Da Flavia Vizzari

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Luglio 2017
LunMarMerGioVenSabDom
     12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31      

Calendario Calendario

Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  

Conserva e condivide l’indirizzo di Il Forum della Lingua siciliana sul tuo sito sociale bookmarking

Conserva e condividi l'indirizzo di FORUM - SEMINARIO di ARTE e POESIA - LINGUA SICILIANA sul tuo sito sociale bookmarking

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 



Alda Merini

Pagina 3 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Grazie

Messaggio  cettina il Mar 3 Nov 2009 - 12:22

Grazie a questo sito ho conosciuto l'intimo stato d'animo di questa grande poetessa, ciao Alda, un mio pensiero personale per te, Cettina flower
avatar
cettina
affamatu
affamatu


Tornare in alto Andare in basso

Re: Alda Merini

Messaggio  Gero Miceli il Mar 3 Nov 2009 - 13:15

I poeti come Alda Merini non muoiono mai!!!

Sono pienamente d'accordo, (rigo per rigo) con quanto è scritto e riportato nei vari interventi postati dal caro Pippo La Delfa.
Adesso, con un sentimento di profondo rammarico, mi sento di poter dire che il mancato Nobel (che in tanti abbiamo sognato e sperato per lei) è un’offesa alla Poesia Mondiale.

La dolce Alda ha però vinto il suo Nobel, conferitole con profonda sincerità, dalla gente che l'ha amata e stimata, gente che fortunatamente prende più in considerazione il senso della poesia (anche quello più nascosto) e non certe ipocrite idee di alcune spocchiose elite letterarie.

Arrivederci Alda e GRAZIE di quanto con Amore, ci hai donato e insegnato.

P.S. Voglio ringraziare anche su questo forum il mio parroco che ieri dopo la s.Messa ha ricordato Alda con un Eterno Riposo,accogliendo prontamente la mia richiesta!

P.P.S. Pippo,ti ho citato nel post "Arrivederci Alda" sul mio blog.

avatar
Gero Miceli
affamatu
affamatu


http://geromicelipoeta.blog.kataweb.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Alda Merini

Messaggio  Flavia Vizzari il Mar 3 Nov 2009 - 14:32

Grazie Gero, per questo tuo contributo, grazie per le belle parole di Alda ... :

"Per un poeta è bello accettare anche il male, che diventa 'fuoco d'Amore' in Poesia"




Sito Web : www.flaviavizzari.jimdo.com
avatar
Flavia Vizzari
Spicialista
Spicialista


http://blog.libero.it/Artevizzari/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Alda Merini

Messaggio  giò il Mar 3 Nov 2009 - 22:56

Ciao, Alda.
Dicesti: E' stata bella la mia vita
perché di certo l'ho pagata cara.
Anche alla fine non ti sei smentita
e in questa dolce vita tanto amara
ne amasti rassegnata pure i guai…
e te ne vai.
avatar
giò
affiziunatu
affiziunatu


Tornare in alto Andare in basso

ALDA MERINI SE NE ANDATA...

Messaggio  Giuseppe La Delfa il Mer 4 Nov 2009 - 6:33

Milano saluta Alda Merini
Centinaia di persone alla camera ardente allestita in municipio
03 novembre, 20:15


(ANSA)-MILANO, 3 NOV- Una sfilata silenziosa sul tappeto rosso che porta alla bara, una carezza al feretro, poi un breve messaggio: cosi' Milano saluta Alda Merini.Centinaia di milanesi hanno ripetuto questi gesti semplici, ma carichi d'affetto per dare l'ultimo saluto alla poetessa, nella camera ardente in municipio. Tra i primi ad aprire la processione e' stato il sindaco Letizia Moratti. Poi l'attrice Valentina Cortese e la cantante Milva, che ha dichiarato:'Ho perso una grande amica, una sorella maggiore'.


dott. Giuseppe La Delfa -  Laureato in Scienze della Comunicazione -
- Laurea magistrale specialistica in Scienze cognitive e Psicologia -


Socio Accademia Internazionale Pen Club Milano.
   ......    
Siti web:  

http://giufino.altervista.org - www.giuseppeladelfa.jimdo.com
avatar
Giuseppe La Delfa
Canuscituri
Canuscituri


http://giufino.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

ALDA MERINI SE NE ANDATA...

Messaggio  Giuseppe La Delfa il Mer 4 Nov 2009 - 6:42

ALDA MERINI: LA 'SUA' MILANO RENDE OMAGGIO ALLA POETESSA


Milano, 3 nov. (Adnkronos) - C'e' chi abitava come lei vicino al Naviglio o chi ha scoperto l'amore per la poesia leggendola, ma soprattutto c'e' la sua Milano a rendere omaggio ad Alda Merini, l'''ape furibonda'' della poesia, morta domenica all'ospedale San Paolo. Sul tappeto rosso, che copre in lungo l'intera sala Alessi del comune di Milano, sono centinaia le persone comuni che le hanno reso omaggio.

Tanti i fiori e i messaggi lasciati da chi ha sostato, anche solo per un minuto, davanti al feretro di legno scuro. Una sua gigantografia con i versi della sua poesia 'Sono nata il 21 di primavera' e musica classica ha accompagnato chi ha visitato la camera ardente. La prima, stamane, a renderle omaggio e' stato il sindaco della Milano, Letizia Moratti poi tanti cittadini hanno lasciato sui registri delle presenze un messaggio d'affetto.

''Ti portero' sempre con me. Tu e la tua poesia non morirete mai'', il messaggio di una fan. ''Con te ho conosciuto i versi dell'amore", o ancora: ''Eri nata il 21 di primavera e l'autunno ti ha portato via''. Qualcuno ricorda ''i suoi meravigliosi occhi e le parole con cui mi incantava'', mentre c'e' chi scrive semplicemente grazie all'"ape furibonda della poesia italiana''. La camera ardente sara' aperta anche domani mattina fino alle 12. Alle 14 si terranno i funerali di Stato in Duomo.


dott. Giuseppe La Delfa -  Laureato in Scienze della Comunicazione -
- Laurea magistrale specialistica in Scienze cognitive e Psicologia -


Socio Accademia Internazionale Pen Club Milano.
   ......    
Siti web:  

http://giufino.altervista.org - www.giuseppeladelfa.jimdo.com
avatar
Giuseppe La Delfa
Canuscituri
Canuscituri


http://giufino.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

ALDA MERINI SE NE ANDATA...

Messaggio  Giuseppe La Delfa il Mer 4 Nov 2009 - 6:48

Una città in fila
per salutare la poetessa
I milanesi rendono omaggio ad Alda Merini nella camera ardente di Palazzo Marino


Alda Merini, aperta la camera ardente
a Palazzo Marino
Il saluto del sindaco Moratti. L'omaggio dei milanesi fino a mercoledì alle 12. Poi i funerali in Duomo

Omaggio del sindaco Moratti al feretro (Photoviews)
MILANO - Il feretro della poetessa Alda Merini è stato portato nella sala Alessi di Palazzo Marino, sede del Comune di Milano, dove è stata allestita la camera ardente. Il salone d'onore del municipio milanese è attraversato da un lungo tappeto rosso alla cui estremità è stata collocata la bara della poetessa sulla quale svetta il gonfalone della città listato a lutto. Il feretro è arrivato al Comune di Milano dall'ospedale San Paolo, dove la scrittrice è morta domenica pomeriggio. Intorno alle 9.30 il sindaco, Letizia Moratti, ha aperto la camera ardente.

«Ho voluto portare alla famiglia il saluto e l'abbraccio della città perchè Alda amava davvero Milano». Così la Moratti ha reso omaggio al feretro della poetessa. «È stata una persona che ha vissuto nella sua vita momenti di difficoltà, di sofferenza, di contraddizione, forse come la nostra città, - continua - ma sapeva far prevalere nei suoi scritti sempre l'amore, proprio come Milano». Il primo cittadino ha ricordato l'abitudine di incontrarsi a Ferragosto per il pranzo con gli anziani, ma soprattutto ha sottolineato l'importanza di celebrare funerali di Stato perchè «si è compreso da subito - conclude la Moratti - la statura nazionale di Alda». La camera ardente resterà aperta fino alle 20,30 e poi riaprirà mercoledì dalle 8,30 alle 12. I funerali, invece si svolgeranno in Duomo alle 14. La salma di Alda Merini sarà tumulata al Famedio.


Ultima modifica di Giuseppe La Delfa il Mer 4 Nov 2009 - 6:54, modificato 1 volta


dott. Giuseppe La Delfa -  Laureato in Scienze della Comunicazione -
- Laurea magistrale specialistica in Scienze cognitive e Psicologia -


Socio Accademia Internazionale Pen Club Milano.
   ......    
Siti web:  

http://giufino.altervista.org - www.giuseppeladelfa.jimdo.com
avatar
Giuseppe La Delfa
Canuscituri
Canuscituri


http://giufino.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Alda Merini

Messaggio  Giuseppe La Delfa il Mer 4 Nov 2009 - 6:49

Gero Miceli ha scritto:I poeti come Alda Merini non muoiono mai!!!

Sono pienamente d'accordo, (rigo per rigo) con quanto è scritto e riportato nei vari interventi postati dal caro Pippo La Delfa.
Adesso, con un sentimento di profondo rammarico, mi sento di poter dire che il mancato Nobel (che in tanti abbiamo sognato e sperato per lei) è un’offesa alla Poesia Mondiale.

La dolce Alda ha però vinto il suo Nobel, conferitole con profonda sincerità, dalla gente che l'ha amata e stimata, gente che fortunatamente prende più in considerazione il senso della poesia (anche quello più nascosto) e non certe ipocrite idee di alcune spocchiose elite letterarie.

Arrivederci Alda e GRAZIE di quanto con Amore, ci hai donato e insegnato.

P.S. Voglio ringraziare anche su questo forum il mio parroco che ieri dopo la s.Messa ha ricordato Alda con un Eterno Riposo,accogliendo prontamente la mia richiesta!

P.P.S. Pippo,ti ho citato nel post "Arrivederci Alda" sul mio blog.



dott. Giuseppe La Delfa -  Laureato in Scienze della Comunicazione -
- Laurea magistrale specialistica in Scienze cognitive e Psicologia -


Socio Accademia Internazionale Pen Club Milano.
   ......    
Siti web:  

http://giufino.altervista.org - www.giuseppeladelfa.jimdo.com
avatar
Giuseppe La Delfa
Canuscituri
Canuscituri


http://giufino.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

ALDA MERINI SE NE ANDATA...

Messaggio  Giuseppe La Delfa il Mer 4 Nov 2009 - 7:00

Milano intanto si sta stringendo in queste ore intorno alla poetessa. Sulla sua bara di legno scuro ci sono i fiori appoggiati da alcuni ammiratori, ai piedi del feretro un cuscino di rose bianche e la scritta «Alla cara Merini» lasciata dalla cantante Milva. Accanto alla bara i figli dell'artista che amava Milano e una corona di fiori del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Diversi i milanesi che alle 9,30, orario di apertura della camera ardente hanno reso omaggio alla poetessa. Persone comuni, la maggior parte di una certa età. «Grazie Alda per quanto la tua anima martoriata ha saputo donarci», è uno dei messaggi lasciato da uno dei fan. E un altro: «Il tuo sorriso limpido, la tua ironia, l'umorismo e le tue poesie. Mi mancherai». Tanti i cittadini che hanno voluto dare il loro ultimo, privato, addio alla loro poetessa. I diari del cordoglio posti nell'anticamera sono la testimonianza più autentica del legame che la scrittrice dei Navigli, con i suoi versi e la sua eccentrica presenza, era riuscita a stringere con la sua Milano. «Addio piccola ape furibonda, sarai una stella che brillerà per sempre nel cielo e nel mio cuore», «Nella tua voce stanca ho ritrovato la mia»: in poche ore messaggi come questi hanno già riempito pagine e pagine dei libri degli addii. Parole di stima e di affetto, alcune scritte con l'ingenuità del cuore, altre mosse da un afflato poetico, come quelle di chi ha preso in prestito i versi di Yves Montand per dire addio alla donna ma non alle sue opere: «Longtemps, longtemps, longtemps, apres que les poetes ont disparus...» (A lungo, dopo la scomparsa dei poeti... le loro canzoni corrono ancora nelle vie...).


03 novembre 2009


dott. Giuseppe La Delfa -  Laureato in Scienze della Comunicazione -
- Laurea magistrale specialistica in Scienze cognitive e Psicologia -


Socio Accademia Internazionale Pen Club Milano.
   ......    
Siti web:  

http://giufino.altervista.org - www.giuseppeladelfa.jimdo.com
avatar
Giuseppe La Delfa
Canuscituri
Canuscituri


http://giufino.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

ALDA MERINI SE NE ANDATA...

Messaggio  Giuseppe La Delfa il Mer 4 Nov 2009 - 7:03

Il lamento del mio cuore (ad Alda MERINI)


Sei scappata all’improvviso
sul sentiero delle tenebre .
Consapevole di una dipartita
cercata, invocata disperatamente.
La stanchezza di un’anima in pena,
che ha cercato sempre
il conforto di un Dio Misericordioso.
Lui ti ha sempre amato
come me sull’altare dei ricordi
ed io mentre scrivo piango , rido di follia .
Perché mi hai lasciato orfano
dei tuoi canti d’ amore ?
E all’aurora scopro te Alda
Santa del mistero.


Siracusa 03/11/2009 ore 4,30
il tuo Giuseppe


dott. Giuseppe La Delfa -  Laureato in Scienze della Comunicazione -
- Laurea magistrale specialistica in Scienze cognitive e Psicologia -


Socio Accademia Internazionale Pen Club Milano.
   ......    
Siti web:  

http://giufino.altervista.org - www.giuseppeladelfa.jimdo.com
avatar
Giuseppe La Delfa
Canuscituri
Canuscituri


http://giufino.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

ALDA MERINI SE NE ANDATA...

Messaggio  Giuseppe La Delfa il Mer 4 Nov 2009 - 7:14

L'affetto di Milano per Alda Merini


La camera ardente per Alda Merini, allestita nella sala Alessi, la più prestigiosa di Palazzo Marino. Diversi i milanesi che dalle 9,30 di martedì mattina hanno reso omaggio alla poetessa. Sulla sua bara di legno scuro i fiori appoggiati da alcuni ammiratori, ai piedi del feretro un cuscino di rose bianche «Alla cara Merini» lasciato dalla cantante Milva. Accanto alla bara i figli dell'artista che amava Milano e una corona di fiori del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano (Fotogramma)


dott. Giuseppe La Delfa -  Laureato in Scienze della Comunicazione -
- Laurea magistrale specialistica in Scienze cognitive e Psicologia -


Socio Accademia Internazionale Pen Club Milano.
   ......    
Siti web:  

http://giufino.altervista.org - www.giuseppeladelfa.jimdo.com
avatar
Giuseppe La Delfa
Canuscituri
Canuscituri


http://giufino.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

E' IL CUORE...

Messaggio  cettina il Mer 4 Nov 2009 - 7:31

E' IL CUORE CHE PARLA IN QUESTA LIRICA ALLA GRANDE POETESSA: "ALDA MERINI"

Un saluto, cettina
avatar
cettina
affamatu
affamatu


Tornare in alto Andare in basso

Re: Alda Merini

Messaggio  Flavia Vizzari il Mer 4 Nov 2009 - 8:37

Giuseppe La Delfa ha scritto:Il lamento del mio cuore (ad Alda MERINI)


Sei scappata all’improvviso
sul sentiero delle tenebre .
Consapevole di una dipartita
cercata, invocata disperatamente.
La stanchezza di un’anima in pena,
che ha cercato sempre
il conforto di un Dio Misericordioso.
Lui ti ha sempre amato
come me sull’altare dei ricordi
ed io mentre scrivo piango , rido di follia .
Perché mi hai lasciato orfano
dei tuoi canti d’ amore ?
E all’aurora scopro te Alda
Santa del mistero.


Siracusa 03/11/2009 ore 4,30
il tuo Giuseppe


Pippo, capisco che per comunicartelo non è il momento migliore, a causa del dolore che ti ha colpito, ma ti ho aggiornato il sito con la notizia della scomparsa della Merini e con l'inserimento della tua poesia ricca di sentimento.


http://giufino.altervista.org


Sito Web : www.flaviavizzari.jimdo.com
avatar
Flavia Vizzari
Spicialista
Spicialista


http://blog.libero.it/Artevizzari/

Tornare in alto Andare in basso

ALDA MERINI SE NE ANDATA...

Messaggio  Giuseppe La Delfa il Mer 4 Nov 2009 - 15:34

Gli ultimi istanti della vita Di Alda.


«È morta con padre Pio»
S e n’è andata da vera artista, con un colpo di scena. Convocando al suo capezzale – come quando chiamava gli amici nella sua casa sui Navigli e li riceveva a letto – l’ultima per­sona che ha voluto conoscere in vita, un frate cappuccino. Lo ha scelto oculatamente e ocu­latamente lo ha convocato. «Non ci eravamo mai incontrati – racconta adesso padre Gian­luigi Pasquale, frate a Venezia, docente di Teo­logia fondamentale alla Lateranense di Roma –, ma in agosto lei chiese di conoscermi, dopo aver letto i miei volumi su Padre Pio: aveva scrit­to un libro di poesie sul santo e voleva la mia prefazione. Io ero molto impegnato e dovetti ri­mandare l’invito, ma Alda Merini mi rispose si- cura: 'Lei verrà certamente da me'. Poi più nul­la fino al 28 ottobre...».

È quel giorno, infatti, che padre Pasquale rice­ve una chiamata da Giuliano Grittini, fotografo personale e amico della poetessa: «La Merini la vuole assolutamente vedere il primo novembre, giorno di Ognissanti». Un appuntamento pre­ciso, di fronte al quale il frate, spesso in viaggio tra Italia ed estero e poco incline a improvvisa­zioni, 'sente' di non potersi sottrarre: «Ho im­mediatamente fatto il biglietto elettronico del treno. Non mi riconoscevo neppure io». Quando arriva a Milano sono le 10 del mattino del primo novembre, l’ultimo giorno che Alda Merini trascorrerà su questa terra, ma lui non lo sa. In realtà non sa nemmeno che la poetes­sa sta male ed è ricoverata. «Credevo di anda­re a casa sua, invece Grillini mi porta all’ospe­dale San Paolo», racconta ancora profonda­mente commosso. Entrato nella camera della Merini, che appare serena, è colpito subito dal gran numero di oggetti religiosi che la circon­dano, dalle bruciature di sigaretta un po’ o­vunque, e dalla richiesta che la Merini fa all’in­fermiera: vuole lo smalto rosso sulle unghie. «Dentro di me ho sorriso e mi sono detto che quella grande donna era una vera esteta, anche nella malattia».

Il frate si presenta e la Merini, sotto la maschera dell’ossigeno, ripete due vol­te «Ah sì, Padre Pio, Padre Pio», poi fa cenno di restare sola con lui e riceve i sacramenti. Quello che la poetessa e il padre francescano si sono detti resterà per sempre tra loro. «Dopo abbiamo recitato insieme l’Ave Maria e le ho fatto un segno di croce sulla fronte con il dito. Infine le ho dato un buffetto sulla guancia: so­lo allora ha fatto un grande sorriso, limpido, da fanciulla. Infine mi ha indicato il comodino, dove c’era la reliquia di Padre Pio che conser­vava fin dall’infanzia, gliel’ho messa sul palmo e lei ha chiuso dolcemente la mano... Pensavo che sarebbe vissuta ancora parecchio». È in treno sulla via per Venezia quando, alle 17, gli telefonano la notizia, Alda Merini è morta. «È allo­ra che ho capito – spiega turbato e contento –, col pretesto della prefazione al libro mi aveva ingiun­to di essere lì il primo novembre e non oltre. Sape­va quello che tutti noi ignoravamo. L’eredità che mi porterò sempre dentro sono quegli occhi verdi con cui mi ha parlato molto più che con le parole».
Lucia bellaspiga

FONTE: AVVENIRE

PIPPO


dott. Giuseppe La Delfa -  Laureato in Scienze della Comunicazione -
- Laurea magistrale specialistica in Scienze cognitive e Psicologia -


Socio Accademia Internazionale Pen Club Milano.
   ......    
Siti web:  

http://giufino.altervista.org - www.giuseppeladelfa.jimdo.com
avatar
Giuseppe La Delfa
Canuscituri
Canuscituri


http://giufino.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Alda Merini

Messaggio  Admin il Mer 4 Nov 2009 - 16:07

Doveva ricevere un Premio alla Carriera :



Il premio di «PulciNellaMente»,
intitolato ad Alda Merini
La decisione è stata presa nel corso della riunione del comitato artistico–organizzativo


CASERTA - La Rassegna “PulciNellaMente”, tra i più importanti appuntamenti italiani di Teatro - Scuola , istituisce un Premio alla memoria di Alda Merini, poetessa dotata di un raro talento tanto da renderla una delle figure protagoniste del panorama lirico italiano, scomparsa pochi giorni or sono. Il Premio riservato agli studenti delle scuole italiane, sarà consegnato nel corso della XII edizione della Rassegna che si terrà a Sant’Arpino, cittadina campana nota per le Fabule Atellane, dal 30 aprile al 9 maggio 2010 (vedi bando su www.istruzione.it) . La decisione è giunta nella serata di ieri, al termine della riunione del comitato artistico – organizzativo. “Invero per la XII edizione alla poetessa dei Navigli – spiegano Elpidio Iorio, Antonio Iavazzo e Carmela Barbato, ideatori e promotori della Rassegna – avremmo dovuto consegnare il Premio alla Carriera, riconoscimento in passato assegnato tra gli altri a Dario Fo, Giorgio Albertazzi, Andrea Camilleri.

La consegna sarebbe dovuta avvenire durante una giornata interamente riservata alla poetica, alla filosofia e alla genialità della Merini; ad aprire la giornata la proiezione di un film-documentario dal titolo “Una donna sul palcoscenico”, con la regia di Cosimo Damiano Damato, prodotto da Angelo Tumminelli, presentato con grande successo all’ultima mostra del cinema di Venezia. Oggi, nell’impossibilità di consegnare il Premio alla Carriera, all’unanimità abbiamo deciso di dedicare l’edizione 2010 della rassegna alla Merini e di istituire alla sua memoria un Premio speciale perché – come efficacemente ha scritto Pietro Treccagnoli - tutta la sua vita, tra dolore e gioia, tra follia e amore, tra povertà e spritualità, tra marginalità e integrazione, è stata poesia. La sua figura trasandata – concludono Iorio, Iavazzo e Barbato - emanava la forza concreta della realtà, della natura, del corpo, dell’essere”.


04 novembre 2009


http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/caserta/notizie/arte_e_cultura/2009/4-novembre-2009/premio-pulcinellamente-intitolato-ad-alda-merini-1601954062558.shtml


"... e chiovi" di Flavia VIZZARI - ediz. del Poggio * AGGIUNGI AL CARRELLO






Artista Flavia Vizzari


Presidente Asas e delegata Regione Sicilia Onlus Mecenate
......
Sito Personale : http://artevizzari.altervista.org

avatar
Admin
Spicialista
Spicialista


http://linguasiciliana.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Alda Merini

Messaggio  Admin il Mer 4 Nov 2009 - 16:15

Giuseppe La Delfa ha scritto:Gli ultimi istanti della vita Di Alda.


«È morta con padre Pio»
S e n’è andata da vera artista, con un colpo di scena. Convocando al suo capezzale – come quando chiamava gli amici nella sua casa sui Navigli e li riceveva a letto – l’ultima per­sona che ha voluto conoscere in vita, un frate cappuccino. Lo ha scelto oculatamente e ocu­latamente lo ha convocato. «Non ci eravamo mai incontrati – racconta adesso padre Gian­luigi Pasquale, frate a Venezia, docente di Teo­logia fondamentale alla Lateranense di Roma –, ma in agosto lei chiese di conoscermi, dopo aver letto i miei volumi su Padre Pio: aveva scrit­to un libro di poesie sul santo e voleva la mia prefazione. Io ero molto impegnato e dovetti ri­mandare l’invito, ma Alda Merini mi rispose si- cura: 'Lei verrà certamente da me'. Poi più nul­la fino al 28 ottobre...».

È quel giorno, infatti, che padre Pasquale rice­ve una chiamata da Giuliano Grittini, fotografo personale e amico della poetessa: «La Merini la vuole assolutamente vedere il primo novembre, giorno di Ognissanti». Un appuntamento pre­ciso, di fronte al quale il frate, spesso in viaggio tra Italia ed estero e poco incline a improvvisa­zioni, 'sente' di non potersi sottrarre: «Ho im­mediatamente fatto il biglietto elettronico del treno. Non mi riconoscevo neppure io». Quando arriva a Milano sono le 10 del mattino del primo novembre, l’ultimo giorno che Alda Merini trascorrerà su questa terra, ma lui non lo sa. In realtà non sa nemmeno che la poetes­sa sta male ed è ricoverata. «Credevo di anda­re a casa sua, invece Grillini mi porta all’ospe­dale San Paolo», racconta ancora profonda­mente commosso. Entrato nella camera della Merini, che appare serena, è colpito subito dal gran numero di oggetti religiosi che la circon­dano, dalle bruciature di sigaretta un po’ o­vunque, e dalla richiesta che la Merini fa all’in­fermiera: vuole lo smalto rosso sulle unghie. «Dentro di me ho sorriso e mi sono detto che quella grande donna era una vera esteta, anche nella malattia».

Il frate si presenta e la Merini, sotto la maschera dell’ossigeno, ripete due vol­te «Ah sì, Padre Pio, Padre Pio», poi fa cenno di restare sola con lui e riceve i sacramenti. Quello che la poetessa e il padre francescano si sono detti resterà per sempre tra loro. «Dopo abbiamo recitato insieme l’Ave Maria e le ho fatto un segno di croce sulla fronte con il dito. Infine le ho dato un buffetto sulla guancia: so­lo allora ha fatto un grande sorriso, limpido, da fanciulla. Infine mi ha indicato il comodino, dove c’era la reliquia di Padre Pio che conser­vava fin dall’infanzia, gliel’ho messa sul palmo e lei ha chiuso dolcemente la mano... Pensavo che sarebbe vissuta ancora parecchio». È in treno sulla via per Venezia quando, alle 17, gli telefonano la notizia, Alda Merini è morta. «È allo­ra che ho capito – spiega turbato e contento –, col pretesto della prefazione al libro mi aveva ingiun­to di essere lì il primo novembre e non oltre. Sape­va quello che tutti noi ignoravamo. L’eredità che mi porterò sempre dentro sono quegli occhi verdi con cui mi ha parlato molto più che con le parole».


di Lucia Bellaspiga

FONTE: Quotidiano AVVENIRE

PIPPO


di Lucia Bellaspiga:


http://www.avvenire.it/Cultura/morta+con+padre+Pio_200911030829045900000.htm


"... e chiovi" di Flavia VIZZARI - ediz. del Poggio * AGGIUNGI AL CARRELLO






Artista Flavia Vizzari


Presidente Asas e delegata Regione Sicilia Onlus Mecenate
......
Sito Personale : http://artevizzari.altervista.org

avatar
Admin
Spicialista
Spicialista


http://linguasiciliana.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

Fuoco d'Amore

Messaggio  Gero Miceli il Ven 13 Nov 2009 - 15:42

Un mio piccolo omaggio alla grande Alda.

avatar
Gero Miceli
affamatu
affamatu


http://geromicelipoeta.blog.kataweb.it

Tornare in alto Andare in basso

il video è....

Messaggio  cettina il Sab 14 Nov 2009 - 18:57

Il video è bellissimo...e l'emozione tua è personale è solo tua...
Complimenti, Cettina
Ciao Alda...UN MIO PENSIERO A TE E ALLA TUA POESIA
avatar
cettina
affamatu
affamatu


Tornare in alto Andare in basso

Re: Alda Merini

Messaggio  Gero Miceli il Sab 14 Nov 2009 - 19:59

Grazie Cettina!
avatar
Gero Miceli
affamatu
affamatu


http://geromicelipoeta.blog.kataweb.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Alda Merini

Messaggio  Admin il Dom 15 Nov 2009 - 9:25

Nata in una famiglia poco abbiente (il padre era impiegato in una compagnia di assicurazione, la madre casalinga) la Merini esordì appena quindicenne con la raccolta La presenza di Orfeo curata dall'editore Schwarz. E mentre già attirava l'attenzione della critica, incontrava difficoltà nel mondo della scuola "normale". Venne infatti respinta quando tentò di entrare al liceo Manzoni poiché - dissero - non era stata sufficiente nella prova d'italiano.

Da quel momento ha vissuto al confine tra il riconoscimento della sua eccezionale capacità poetica e la malattia mentale, che nel 1947 la portò al ricovero, per un mese, nella clinica Villa Turro, a Milano. Lei stessa ne ha sempre parlato e scritto definendo la sua sofferenza come "ombre della mente". Con le quali, nel tempo, ha saputo convivere. Il dolore l'ha aiutata a scandagliare l'animo umano.

Così Alda Merini ha spiegato ad Antonio Gnoli l'uscita dalla malattia, in un'intervista a Repubblica.
"Per me guarire è stato un modo di liberarmi del passato. Tutto è accaduto in fretta. L'ultima volta che sono stata all'Istituto che mi aveva in cura per depressione mi è accaduta una cosa che non avevo mai provato. Una mattina mi sono svegliata e ho detto: che ci faccio io qui? Così è davvero ricominciata la mia vita. Ho ripreso a scrivere e ho perfino trovato quel successo che non avrei mai pensato di ottenere". Sul successo Alda ride con voce roca e lenta e poi aggiunge: "Il successo è come l'acqua di Lourdes, un miracolo. La gente applaude, osanna e ti chiedi: ma cosa ho fatto per meritare tutto questo? Penso che la folla, anche piccola, che ti ama ti aiuta a vivere. In fondo un poeta ha anche qualcosa di istrionico e di folle. Per questo il manicomio è stato per me il grande poema di amore e di morte. Ma anche questo luogo oggi è distante. Mi capita a volte di rivederlo in sogno. Io sogno tantissimo. E tra i sogni ne ricorre uno: sono dentro a un luogo chiuso, e io che cerco le chiavi per uscire. Forse sono mentalmente ancora in quel luogo che mi ha ucciso e mi ha fatto rinascere. Mi sento una donna che desidera ancora. Oggi per esempio vorrei che qualcuno mi andasse a comprare le sigarette. Non ho mai smesso di fumare, né di sperare".

Fin dai primi anni del suo lavoro poetico, conobbe e frequentò maestri come Quasimodo, Montale e Manganelli che la sostennero e promossero la pubblicazione delle sue opere. Dopo La presenza di Orfeo (e alcune poesie singole pubblicate in diverse antologie), escono Nozze romane e Paura di Dio. La Merini, nel frattempo si era sposata con Ettore Carniti (1953) e aveva avuto la sua prima figlia Emanuela. Al pediatra della bambina aveva dedicato la raccolta Tu sei Pietro (1961). Comincia qui un altro periodo difficile costellato di ricoveri e ritorni a casa, ma anche allietato dalla nascita di altri tre figli. Con un lungo periodo al "Paolo Pini". Dal 1972 al 1979 la situazione a poco a poco migliora e la poetessa torna a scrivere. E racconta in poesia e prosa la sua esperienza (La Terra Santa).

Rimasta vedova nel 1981, si risposerà con il poeta Michele Pierri (1983) e con lui andrà a vivere a Taranto e ancora incontrerà i fantasmi della sua mente. Nel 1986 torna a Milano dove vive fino alla morte. A quest'ultimo ventennio appartiene la maggior parte delle sue opere più note: "La vita facile", "La vita felice", "L'altra verità. Diario di una diversa", ""le parole di Alda Merini", "Folle, folle, folle d'amore per te", "Nel cerchio di un pensiero", "Le briglie d'oro" e tante altre. Compreso "Superba è la notte", un tentativo di Einaudi di sistemare le poesie scritte tra il 1996 e il 1999. Sul suo sito internet, una foto con i capelli scarmigliati, lo sguardo profondo e la sigaretta in mano, e tre versi: "(Sono una piccola ape furibonda.) Mi piace cambiare colore. Mi piace cambiare di misura".

I frati francescani di Assisi, raggiunti dalla notizia della sua scomparsa, si sono riuniti in preghiera: "La comunità francescana del Sacro convento di Assisi affida al Signore l' anima della poetessa Alda Merini e partecipa al dolore di chi sta soffrendo per la sua perdita". Lo ha detto il custode del Sacro convento, padre Giuseppe Piemontese. Tra la Merini e i francescani c'era un rapporto particolare, per quel suo modo di essere aperta al mondo più semplice e alle altre arti meno "colte". Circa due anni fa nella Basilica superiore, si tenne un concerto di Lucio Dalla ispirato ai versi di Alda. Lei ne fu orgogliosa. E i francescani si innamorarono di questa donna, e del suo scontroso e dolcissimo modo di esistere.


(1 novembre 2009)


http://www.repubblica.it/2009/11/sezioni/spettacoli_e_cultura/alda-merini/alda-merini/alda-merini.html


"... e chiovi" di Flavia VIZZARI - ediz. del Poggio * AGGIUNGI AL CARRELLO






Artista Flavia Vizzari


Presidente Asas e delegata Regione Sicilia Onlus Mecenate
......
Sito Personale : http://artevizzari.altervista.org

avatar
Admin
Spicialista
Spicialista


http://linguasiciliana.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

Alda Merini: Assegnato il Premio Internazionale "il Paladino

Messaggio  Giuseppe La Delfa il Dom 15 Nov 2009 - 15:48

“Il Paladino” ad Alda Merini

Si è svolto a Siracusa, ( S.S. 114 bivio per Augusta) sabato 14 novembre, presso la sede del Teatro della "Città della Notte", la cerimonia per la consegna del Premio internazionale “Il Paladino” , con gli auspici della Società Dante Alighieri, della Società siracusana di Storia Patria e il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura della Provincia regionale e dell’assessorato ai Beni Culturali del Comune, dott. Giuseppe Munafò risultato fra i presenti. Fra i numerosi premiati , la poetessa Alda Merini, recentemente scomparsa. L'ambito premio è stato assegnato alla vate dei Navigli su segnalazione di Giuseppe La Delfa . Numerosi comitati spontanei sorti i tutta Italia avevano proposto per il Nobel. Alda Merini, era stata recentemente insignita presso l’Università di Messina della laurea Honoris causa in Scienze della Formazione. Per Alda Merini premio per la "poesia " è stato il sottoscritto ad avere l’onore di ritirare il Premio (avendo fatto parte di uno dei predetti comitati promotori per l'assegnazione del Nobel) come essa aveva disposto pochi giorni prima della sua dipartita. Altri premiati. il prof. Sebastiano Bulgaretta, il prof. Carmrlo Tuccitto , il prof. Giovanni Nanfa, il soprintendente all'Inda Fernando Balestra ,Ermanno Bottiglieri, Roberto Miceli, Martina Brai, Predrag Zimonjic, Ignazio Boschetto, Alpha Chorus, Compagnia operettistica nissena, Associazione Amici dell'Inda ,Istituto internazionale del papiro e Musica antiqua. Cerimonia lunghissima , riuscita nel suo insieme, pubblico delle grandi occasioni, nonostante la distanza notevole dalla città aretusea e qualche disguido tecnico. PIPPO


dott. Giuseppe La Delfa -  Laureato in Scienze della Comunicazione -
- Laurea magistrale specialistica in Scienze cognitive e Psicologia -


Socio Accademia Internazionale Pen Club Milano.
   ......    
Siti web:  

http://giufino.altervista.org - www.giuseppeladelfa.jimdo.com
avatar
Giuseppe La Delfa
Canuscituri
Canuscituri


http://giufino.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

Documento storico di Alda Merini ultimo messaggio a Giuseppe

Messaggio  Giuseppe La Delfa il Ven 20 Nov 2009 - 22:18

Cari amici forumisti consapevole di farvi cosa gradita ,vi anticipo le ultime parole di Alda registrate in un video Dvd pervenutemi 15 giorni prima della sua dipartita dal suo manager Maestro Giuliano Grittini e quindi un grande onore per avermi autorizzato a prelevare un premio letterario in sua vece e accontentato ancora una volta per la mia insistenza nel farle ottenere riconoscimenti e premi visto la sua innata ritrosia . Mi ha inviato anche una lettera e il citato documento video a Siracusa ,che tengo religiosamente conservato. Pippo

Ecco il Testo del messaggio :

Io volevo ringraziare il meridione tutto specialmente G. La Delfa,
al quale devo il merito di una grande affezione e di un grande amore per Alda Merini , d'altra parte debbo dire , che ha fatto più del bisogno e ha messo in luce anche l'inutilità di quello che Milano non ha saputo rendere omaggio al Alda Merini e agli amici poeti. Purtroppo questo riconoscimento è stato violentato dalla morte di mio genero . Ringrazio comunque , La Delfa , il presidente Formosa , la giuria per questo onore e questo premio che non è da sottovalutare , compresa la Laurea ad Honorem. Io questi premi li ho tenuti nascosti perchè ho avuto vergogna , che Milano non le riconoscesse.
Ringrazio ancora tutti quanti e tanti Auguri .

ALDA MERINI


dott. Giuseppe La Delfa -  Laureato in Scienze della Comunicazione -
- Laurea magistrale specialistica in Scienze cognitive e Psicologia -


Socio Accademia Internazionale Pen Club Milano.
   ......    
Siti web:  

http://giufino.altervista.org - www.giuseppeladelfa.jimdo.com
avatar
Giuseppe La Delfa
Canuscituri
Canuscituri


http://giufino.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Alda Merini

Messaggio  Gero Miceli il Sab 21 Nov 2009 - 11:04

Grazie Pippo per queste tue anticipazioni.

avatar
Gero Miceli
affamatu
affamatu


http://geromicelipoeta.blog.kataweb.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Alda Merini

Messaggio  Flavia Vizzari il Sab 5 Dic 2009 - 14:03




http://www.trapaninostra.it/paginevarie/EPUCANOSTRA/Epucanostra_2_numero/EPUCANOSTRA2.pdf


Sito Web : www.flaviavizzari.jimdo.com
avatar
Flavia Vizzari
Spicialista
Spicialista


http://blog.libero.it/Artevizzari/

Tornare in alto Andare in basso

ALDA MERINI SE NE ANDATA...

Messaggio  Giuseppe La Delfa il Dom 20 Dic 2009 - 11:23

Per onorare al meglio Alda, sto sacrificandomi moltissimo correndo a destra e a manca per parlare di lei e ricordarla con affetto. Si profila a Gennaio durante le feste di effettuare un recital di poesie a Catania. Pippo

santa santa santa santa santa santa


dott. Giuseppe La Delfa -  Laureato in Scienze della Comunicazione -
- Laurea magistrale specialistica in Scienze cognitive e Psicologia -


Socio Accademia Internazionale Pen Club Milano.
   ......    
Siti web:  

http://giufino.altervista.org - www.giuseppeladelfa.jimdo.com
avatar
Giuseppe La Delfa
Canuscituri
Canuscituri


http://giufino.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Alda Merini

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum