Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» LE POESIE DI DON RAFFAELE APRILE
Mar 22 Ago 2017 - 15:33 Da Giuseppe La Delfa

» Poeti veri e poeti falsi
Dom 30 Lug 2017 - 20:31 Da Flavia Vizzari

» Un artista inizia ad essere tale ...
Dom 30 Lug 2017 - 20:22 Da Flavia Vizzari

» Premio Carrà-Tricali a Lentini (Sr)
Gio 20 Lug 2017 - 18:00 Da Giuseppe La Delfa

» Premio Renato Guttuso 2017
Gio 20 Lug 2017 - 17:54 Da Giuseppe La Delfa

» Antologia poetica letteraria a cura di Giuseppe La Delfa In omaggio a L. Pirandello
Gio 20 Lug 2017 - 17:51 Da Giuseppe La Delfa

» NUOVI SUCCESSI DI PIPPO
Gio 20 Lug 2017 - 17:38 Da Giuseppe La Delfa

» LU ME' SICILIANU
Dom 4 Giu 2017 - 21:47 Da Flavia Vizzari

» PREMIO NAZIONALE DI POESIA ASAS
Gio 25 Mag 2017 - 1:08 Da Flavia Vizzari

» INNO DELL'A.S.A.S.
Gio 25 Mag 2017 - 0:52 Da Flavia Vizzari

» ARTEINCENTRO "messinaweb.eu"
Mar 16 Mag 2017 - 15:49 Da Flavia Vizzari

» Premio di Poesia, Narrativa e Teatro “Memorial Giovanni Leone” – I valori della famiglia - 1^ Edizione
Gio 11 Mag 2017 - 17:35 Da carmy77

» Poesia e recensione per Giovanni Fontana di Castellammare del Golfo
Sab 22 Apr 2017 - 20:16 Da Giuseppe La Delfa

» IL MAGGIO DEI LIBRI dell'ASAS 2017
Sab 22 Apr 2017 - 8:24 Da Flavia Vizzari

» LUIGI TERRANOVA
Sab 22 Apr 2017 - 8:19 Da Flavia Vizzari

» RENATO DI PANE: BIOGRAFIA E NOTIZIE
Lun 3 Apr 2017 - 11:56 Da Flavia Vizzari

» Premio Letterario Nazionale “L’ANFORA DI CALLIOPE”
Lun 3 Apr 2017 - 9:14 Da Flavia Vizzari

» Tempo
Lun 3 Apr 2017 - 9:11 Da Flavia Vizzari

» Premio RENATO GUTTUSO
Mer 29 Mar 2017 - 16:49 Da Flavia Vizzari

» Benvenuto Pino
Mer 29 Mar 2017 - 16:47 Da Flavia Vizzari

» GRAMMATICA SISTEMATICA di Arturo Messina - Sr
Mer 29 Mar 2017 - 9:22 Da Giuseppe La Delfa

» recensione avuta nel 2008 e dimenticata
Mer 29 Mar 2017 - 9:10 Da Giuseppe La Delfa

» Mons. Giovanni Accolla, ordinazione episcopale
Dom 26 Feb 2017 - 22:43 Da Giuseppe La Delfa

» Il potere salvifico della poesia di Giovanni Albano 
Mer 11 Gen 2017 - 1:47 Da Flavia Vizzari

» Presentazione Silloge di S. Gaglio (IV Premio Asas 2016)
Sab 7 Gen 2017 - 18:54 Da Flavia Vizzari

» PREMIO POESIA A.S.A.S.
Sab 7 Gen 2017 - 18:53 Da Flavia Vizzari

» Arte & Parole
Sab 3 Dic 2016 - 12:38 Da ninnetta

» Concorso di Poesie, Filastrocche, Racconti e Fiabe “Libera la fantasia” – IV^ Edizione
Gio 1 Dic 2016 - 11:17 Da carmy77

» Bianco & Nero
Dom 27 Nov 2016 - 1:51 Da Flavia Vizzari

» Premio Buttitta a Pippo La Delfa
Sab 26 Nov 2016 - 8:20 Da Giuseppe La Delfa

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Agosto 2017
LunMarMerGioVenSabDom
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031   

Calendario Calendario

Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  

Conserva e condivide l’indirizzo di Il Forum della Lingua siciliana sul tuo sito sociale bookmarking

Conserva e condividi l'indirizzo di FORUM - SEMINARIO di ARTE e POESIA - LINGUA SICILIANA sul tuo sito sociale bookmarking

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 



Colloquio con Scalabrino di M. Fanti

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Colloquio con Scalabrino di M. Fanti

Messaggio  Ospite il Dom 27 Gen 2008 - 7:21

Trascrivo il link di una intervista che mi riguarda pubblicata in RETE:

http://viadellebelledonne.wordpress.com/2008/01/25/poesia-cumpanaggiu-da-spartire-sul-pane-della-vita/

Un saluto e GRAZIE per l’attenzione, Marco Scalabrino.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Colloquio con Scalabrino di M. Fanti

Messaggio  Flavia Vizzari il Dom 27 Gen 2008 - 8:20

Una intervista abbastanza lunga, ricca di saggezza e di opininioni che lasciano una marea di meditazioni in merito pertanto un commento breve mi appare impossibile....ci vado per punti:

La poesia come nutrimento dell’anima, ma quando è l’anima a nutrire la poesia affondando le parole nella terra e cercando le radici in un linguaggio che deriva dal nostro mondo antico, allora il cerchio si chiude e nessuno sa chi nutre chi.
La poesia di Scalabrino è la sua terra, quella terra secca e aspra capace di sorprenderti con improvvise fioriture gialle che ricoprono i monti e annullano il resto del mondo.
I profumi senza un nome certo e i colori sconosciuti altrove, sono individuabili a tratti, come nascosti tra le parole del Poeta, parole che nulla concedono e tutto regalano.
Devi affondare in quelle parole, te le devi sudare per conquistarle, le devi ingoiare, finché quelle parole saranno tue e tu sarai in loro.

L’anima vera è nel quotidiano non nelle occasioni eccellenti, e credo che l’essenza profonda del quotidiano sia racchiusa da questi versi tanto semplici a vedersi, quanto intensi e sfaccettati a leggersi:
..................................................................
Le opere di Marco Scalabrino rispecchiano sempre ciò che lui è e credo che la vera grandezza sia questa: essere per essere e nulla più. Non scrivere perché è di moda, per farci guardare, ammirare e perfino imitare, ma scrivere perché è tale la spinta interiore che se non l’ascoltiamo ne possiamo essere sopraffatti.
Scalabrino è alla continua ricerca del bello, della Poesia che nasce dalle parole altrui e che si mostra in altri linguaggi e altre modalità. Tradurre le opere di altri Poeti non significa solo tradurre le parole, bensì significa dare consistenza ai sentimenti espressi e pensarli come propri.

Personalmente per capire ed addentrarmi nella poesia, io mi immedesimo nei miei sentimenti verso l'Arte e la mia pittura,
E' da chiedersi sono io che nutro la pittura o la pittura che nutre me? Bhè io penso che il discorso è uguale poichè inizialmente mi pongo davanti una tela bianca con delle mie idee, ma i miei dipinti più belli sono quelli in cui le forme e i colori sono venuti fuori dal dipingere senza che io lo decidessi....l'immedesimazione creativa crea questo connubio a mio avviso un cui è impossibile discernere le due cose, è un tutt'uno nell'insieme. E naturalmente dietro c'è un bagaglio di esperienze che immerge anche nelle radici, nella tecnica.

Un pò mi discosto dall'affermazione che l'anima vera è nel quotidiano e non nelle occasioni eccellenti, poichè secondo me anche se è possibile affermare questo è solo tramite le occasioni eccellenti (forti sentimenti) del poeta che ne scaturisce tutta l'eccellenza del creare o del comporre.
Ovvio che un bravo poeta è leggibile tra i suoi versi... e dunque, da unaricerca che nasce dalle parole altrui..chi opera con passione, riesce a creare un qualcosa che lo contraddistingua.

Anche nella traduzione bisogna pensare come propri i sentimenti espressi.



La traduzione pertanto è re-invenzione in certa misura dell’opera prima,



Ultima modifica di il Dom 27 Gen 2008 - 9:23, modificato 1 volta


Sito Web : www.flaviavizzari.jimdo.com
avatar
Flavia Vizzari
Spicialista
Spicialista


http://blog.libero.it/Artevizzari/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colloquio con Scalabrino di M. Fanti

Messaggio  Flavia Vizzari il Dom 27 Gen 2008 - 8:53

La poesia è già dentro noi, come un fossile da scoprire e ripulire dalle scorie per dargli nuova luce e farlo brillare, o è un’educazione da curare e migliorare? In altre parole, si può indirizzare una presunta vena poetica, o deve già esistere nel nostro animo?

Intrigante l’immagine del fossile da ripulire dalle scorie per farlo brillare, come parimenti efficace quella, da altri usata, del petrolio che sgorga irruente e grezzo dai pozzi da raffinare. Ma, la Poesia, ben più preziosa che il fossile e il petrolio, non si lascia ghermire da penne men che degne: esige, dal poeta suo partner, la piena consapevolezza di essa, la febbrile incessante ricerca, la devozione esclusiva. I suoi esiti – unisco la mia voce a tante ben più autorevoli – non sono dovuti al caso, alla gratuita ispirazione, al falso credo del poeta nascitur; sono viceversa provento di intelligenza, frutto di faticosa conquista, ricompensa dell’esercizio giornaliero.

...però a volte, secondo me, la consapevolezza di un poeta, anche se raramente, è silente, nascosta anche alle percezioni del "poeta" stesso... ci possono essere penne degne, che la vita indirizza altrove e si accorgono solo con il tempo delle proprie aspirazioni, ma naturalmente è un qualcosa che già esiste nell'animo, ma che non ha avuto negli anni l'opportunità di brillare...

come la fede... tutti possiamo avere fede, ma non tutti possiamo riuscire ad accorgerci della chiamata....


Sito Web : www.flaviavizzari.jimdo.com
avatar
Flavia Vizzari
Spicialista
Spicialista


http://blog.libero.it/Artevizzari/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colloquio con Scalabrino di M. Fanti

Messaggio  Flavia Vizzari il Dom 27 Gen 2008 - 9:02

Ognuno sta solo sul cuor della terra”. Ma, come per Salvatore Quasimodo, la Poesia è al nostro fianco e ci salva. E’ vero che la Poesia ci può salvare? Se ci fossero più anime poetiche, avremmo anche un mondo migliore o è pura utopia pensarlo?

Non ardisco attestare che la Poesia costituisca “la salvezza”. E’ mio avviso, tuttavia, che essa possa conferire una “grazia”. Una grazia, in virtù della quale, arricchire – intellettualmente, spiritualmente, socialmente – l’esistenza di quanti toto corde la praticano.

Ho sempre pensato a questo... e lo rileggo in questa intervista il mio pensiero.... da questo nasce il mio impegno per diffondere Arte e Poesia, poichè secondo me il mondo ha bisogno di questo.... il mondo ha bisogno di momenti idilliaci, di sognare, di fermarsi dalle corse frenetiche del quotidiano e di ritornare alla contemplazione e al vero.

L'artista o il pittore HA UNA SENSIBILITA' in più e questo è indiscutibile, ed è dunque compito anche del poeta di avvicinare anche gli altri a questa esperienza, che appunto ti riempie di virtù anche perchè ti svuota dalla ricerca di cose materiali ... no?


Sito Web : www.flaviavizzari.jimdo.com
avatar
Flavia Vizzari
Spicialista
Spicialista


http://blog.libero.it/Artevizzari/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colloquio con Scalabrino di M. Fanti

Messaggio  Flavia Vizzari il Dom 27 Gen 2008 - 9:19

gli esperti hanno individuato due grandi aree: quella del metodo etimologico, che attiene all’origine, alla derivazione, alla ricostruzione dell’evoluzione delle parole, alla quale per inciso io mi richiamo, e quell’altra del metodo fonografico, ovvero della trascrizione fonetica della parlata, benché questa sempre diversamente modulata da ognuno dei parlanti.

devo ahimè dire che io sconoscevo questa distinzione che riporto su, e dunque, penso, che ciò possa essere anche per tutti i siciliani che non si dedicano alla nostra lingua dialettale, o per la stragrande maggioranza di essi.....

conoscendo meglio il carissimo Gianni Argurio, poeta dialettale messinese, per i cui testi ho realizzato dei disegni, http://artevizzari.altervista.org/Illustrazioni.htm ho iniziato a leggere con curiosità il Siciliano e mi sono posta molti perchè....appunto derivanti da questa mia ignoranza, al punto che mi sono fornita di umili vocabolarietti acquistati sulle bancarelle, dai quali ho dedotto ci fosse una guida, anche se differenziata per province, alla quale attenersi anche se non riesco (per ignoranza) a farla mia.
Infatti molte parole non le capisco Exclamation


Sito Web : www.flaviavizzari.jimdo.com
avatar
Flavia Vizzari
Spicialista
Spicialista


http://blog.libero.it/Artevizzari/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colloquio con Scalabrino di M. Fanti

Messaggio  Flavia Vizzari il Dom 27 Gen 2008 - 9:27

Avvicinarsi alla Poesia di altri è un ulteriore modo di amarla, come riconoscendone l’universalità, indipendentemente dalla lingua adottata per scriverla?

Avrei voluto scriverla io! Allorquando ci capita di esclamare ciò in relazione alla poesia di un altro autore, si dà prova, come lei felicemente introduce, di amare la Poesia e se ne riconosce, ben oltre la latitudine, la vocazione, l’idioma adottato, l’universalità.

io direi, può capire di amarla, anche ben oltre al riconoscimento che un valido autore può dare alla sua stessa Poesia....

credo che chi non ha mai provato questa esperienza al punto da pensare "avrei voluto scriverla io", non capirà mai fino in fondo il suo sentimento per la poesia quanto possa esprimersi nelle sue forme maggiori.


Sito Web : www.flaviavizzari.jimdo.com
avatar
Flavia Vizzari
Spicialista
Spicialista


http://blog.libero.it/Artevizzari/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colloquio con Scalabrino di M. Fanti

Messaggio  Flavia Vizzari il Dom 27 Gen 2008 - 9:30

Nessuno procede da solo né nella vita, né per i sentieri della poesia; né mai poeta ha percorso la sua strada senza avere a fianco altri compagni di viaggio, altri poeti, senza ricevere e senza dare a quelli che vengono dopo”: sono parole di Salvatore Camilleri tratte dal suo MANIFESTO DELLA NUOVA POESIA SICILIANA. Quanto sente come suo questo concetto, e in che modo lo mette in pratica?

Lei cita un uomo, un letterato, un maestro a me assai caro. Se Giotto non avesse incontrato Cimabue probabilmente sarebbe rimasto un povero pastorello, bravo solo a disegnare pecorelle col gesso. Ogni vero artista, anche il poeta dunque, nasce con la sua tendenza, ma non lo sa. Per scoprirla, egli deve incontrarsi con essa: i cenacoli, i concorsi, gli incontri letterari possono rappresentare altrettante propizie circostanze. Non tanto perchè tali occasioni consacrino i poeti – non sono di certo gli scroscianti battimani di rito o le panciute luccicanti coppe a laurearli tali – quanto perché esse fanno sì che i poeti possano riconoscersi, scambiare esperienze, misurarsi gli uni gli altri, possano, in aggiunta a ciò, porre i presupposti per un rapporto che attecchisca sia sotto il profilo artistico che quello umano.

... infatti Exclamation


Sito Web : www.flaviavizzari.jimdo.com
avatar
Flavia Vizzari
Spicialista
Spicialista


http://blog.libero.it/Artevizzari/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colloquio con Scalabrino di M. Fanti

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum